Martedì 02 Giugno 2020
News

l’ICA di Londra omaggia le discoteche italiane

“Radical Disco: Architecture and Nightlife in Italy, 1965 – 1975” è il titolo della mostra in programma a The Institute of Contemporary Arts (ICA) di Londra sino a domenica 10 gennaio. Tra gli anni sessanta e settanta alcuni architetti cosiddetti d’avanguardia appartenenti al gruppo Radical Design, come Manlo Cavalli, Francesco e Giancarlo Capole il Gruppo Storm, firmarono diverse discoteche italiane quali Piper di Roma, Altromondo di Rimini, Bang Bang di Milano (l’attuale Divina) e lo Space Club di Firenze. Le fonti di ispirazione risultarono molteplici, dalla fantascienza all’universo Disney. Furono dieci anni straordinari, nei quali la creatività stilistica si esaltò nel creare le prime e vere discoteche italiane, non più balere, non ancora club.

 

Articolo PrecedenteArticolo Successivo
Dal 1996 segue, racconta e divulga eventi dance e djset in ogni angolo del globo terracqueo: da Hong Kong a San Paolo, da Miami ad Ibiza, per lui non esistono consolle che abbiano segreti. Sempre teso a capire quale sia la magia che rende i deejays ed il clubbing la nuova frontiera del divertimento musicale, si dichiara in missione costante in nome e per conto della dance; dà forfeit soltanto se si materializzano altri notti magiche, quelle della Juventus.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST

Scoprirai in anteprima le promozioni riservate agli iscritti e potrai cancellarti in qualunque momento senza spese.




In mancanza del consenso, la richiesta di contatto non potrà essere erogata.