Mercoledì 15 Luglio 2020
Clubbing

Ibiza, dove il lunedì sera è meglio del sabato

 

Mentre il mondo è alle prese con la depressione del post weekend, esiste un posto dove il lunedì sera è meglio del sabato notte. Ovviamente stiamo parlando di Ibiza. Da una decina d’anni la Isla Blanca ha rivalutato il giorno più brutto della settimana grazie ad una lunga e egemonica campagna musicale (di cui vi abbiamo parlato proprio la scorsa settimana) per mano di un gruppo di promoter un po’ folli che credevano di farla franca soltanto con il motto “Monday Morning Session”. La storia finisce con loro che non solo ce la fanno ma trasformano definitivamente il lunedì in una delle giornate migliori a Ibiza per fare festa.

Non solo Circoloco ma anche Cocoon all’Amnesia (da 17 anni), David Guetta all’Ushuaia (da 4) e il Flower Power al Pacha che quest’anno è riuscito a conquistare uno slot settimanale grazie al suo strepitoso successo. Insomma ce n’è per tutti i gusti, l’importante è fare una scelta.

CIRCOLOCO AT DC10 – Sono clamorosamente di parte ma secondo me il Circoloco al DC10 è una delle feste più incredibili del pianeta, se non la più bella. Nel corso degli anni Andrea, Antonio e tutta lo staff sono riusciti a ripulire l’immagine del brand che nel 2009 ha dovuto fronteggiare un bruttissimo colpo, quello di una chiusura stagionale imposta dalle autorità. Nei sei anni successivi il club si è rinnovato, è stato migliorato nella struttura e nei servizi, ha visto nascere un’area privè che accoglie vip come Ronaldo e Belen Rodriguez senza però far perdere al dancefloor la centralità della narrazione. Se lo spirito primordiale di Ibiza non è ancora svanito del tutto è merito del DC10 che tiene accesa la fiamma. Lunedì scorso ho potuto quindi apprezzare la rinnovata riservata agli ambitissimi brazeletes che circonda dall’eterno un pezzo della terrazza, ridendo e scherzando con Guy Lawrence dei Discloure che insieme al fratello aveva appena finito di suonare un set esclusivo infarcito di promo e demo. Ho avuto l’occasione di affacciarmi sulla pista dalla consolle che regala un colpo d’occhio pazzesco e dalla quale si può ascoltare la musica ad un livello assordante che escono dai monitor spinti al limite dai Martinez Brothres fino a far vibrare l’epidermide. Allo stesso tempo è stato fantastico ballare in pista la tech-house puntuale e precisa di Davide Squillace oppure perdersi nella house dark di Job Jobse e Art Department in una main room al limite dell’energia possibile. Per queste e mille altre ragioni, Circoloco is still the best party in the world.

 

Circoloco

 

COCOON AT AMNESIA – Venti euro di taxi separano il DC10 dall’Amnesia che per il Cocoon dell’11 luglio ospita un figliol prodigo: Luciano. Tocca al suo carisma e alla sua personalità colmare l’assenza di Sven Vath, sciamanico padrone di casa che solo per qualche lunedì lascia le chiavi a coloro dei quali si fida ciecamente. Era successo il 13 giugno con Ilario Alicante (e sappiamo quanto Sven adori Ilario), succederà il 29 agosto con Ricardo Villalobos e Ben Klock ed è successo lunedì scorso con Luciano. Vederlo con i baffi nella consolle della terrazza dell’Amnesia è un colpo al cuore. Se avesse indossato anche la canottiera sarebbe stato il migliore dei déjà vu. Il suo dj set inizia alle 4 del mattino in maniera unica e inconfondibile. È incredibile quanto la mano di Luciano sul mixer faccia “rumore”. I loop house latini scorrono inesorabili, montando uno sopra l’altro come se stesse costruendo una casa mattone per mattone. Forse oggi, rispetto a qualche anno fa, con Luciano ci vuole un po’ di pazienza in più per arrivare al peak time, ma forse sono solo un po’ invecchiato e, complice una sveglia maledetta, sono costretto ad abbandonare l’Amnesia un’ora e mezzo dopo quando di fronte a Lui ce n’era altrettante. Ma tanto il finale è alquanto semplice e scontato. Al cuore non si comanda, e l’infedeltà in un mondo open-minded come quello del clubbing non è un peccato di cui vergognarsi.

 

Cocoon

Photo credit: Circoloco official Facebook page / Cocoon Official Facebook page

 

Articolo PrecedenteArticolo Successivo
Ale Lippi
Scrivo e parlo di Electronic Dance Music per Dj Mag Italia e Radio Deejay (Albertino Everyday, Deejay Parade, Dance Revolution, Discoball). Mi occupo di club culture a 360°, dal costume alla ricerca musicale.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST

Scoprirai in anteprima le promozioni riservate agli iscritti e potrai cancellarti in qualunque momento senza spese.




In mancanza del consenso, la richiesta di contatto non potrà essere erogata.