Domenica 22 Settembre 2019
News

Un fake-marshmello in consolle allo Zouk per l’after party di UMF?

Internazionalmente riconosciuto per la sua professionalità, per la cura dei dettagli e la proposta artistica di alto profilo, lo Zouk di Singapore – come attesta la nostra “DJ MAG Top 100 Club” che lo vede al numero 6 – è uno dei migliori club al mondo. Nelle scorse ore, tuttavia, il locale è nell’occhio del ciclone a seguito delle affermazioni rilasciate da Jade Rasid, resident Dj dello stesso, che lo accusa senza mezzi termini di aver fatto salire in consolle un finto marshmello in occasione dell’after party di Ultra Music Festival Singapore.

mello

A seguito di queste rivelazioni, l’autentico marshmello non si è dimostrato per nulla contento dell’accaduto sfogando la sua delusione con alcuni tweet di cui uno, quello qui sotto, subito cancellato.

mello 2

A stretto giro di boa è arrivata la pronta risposta del Club che ammette la presenza dell’uomo in mello-outfit ma che insiste sul fatto di non averlo in nessun modo assunto per fare le veci di qualcun’altro. La (voluta?) confusione generatasi dall’apparente mancanza di chiarezza da parte del Club ha però tratto in inganno molti presenti che hanno creduto di avere a che fare con il vero marshmello.

Sebbene le dichiarazioni di Jade Rasid non lascino molto spazio a interpretazioni, ci sono alcuni presenti che contestano in parte ciò che è successo, negando che il figurante sia mai salito in consolle o che abbia effettivamente eseguito un Dj set. Sebbene, quindi, l’accaduto non sia del tutto limpido, ormai il danno d’immagine è fatto e l’ira della mellogang scatenata (date un’occhiata al relativo feed twitter con gli hashtag #zouk e #marshmello per averne un’idea voi stessi).  Vi terremo informati su tutti gli sviluppi!

Update:

Dopo le sue affermazioni, Jade Rasid ha cercato goffamente di rimediare a ciò che è ormai di dominio pubblico. In un post (cancellato dopo circa un’ora dalla sua creazione) si è scusata per aver “messo in mezzo” lo Zouk cercando di spostare l’attenzione sui due guest Dj che avrebbero lasciato che “l’impostore” si posizionasse dietro la consolle dando ulteriormente adito alle voci sull’effettiva presenza del vero marshmello nella venue.  Questa versione dei fatti delinea più chiaramente ciò che può essere successo anche se non elimina del tutto la responsabilità del locale. Di seguito il testo del post cancellato dalla pagina di Jade Rasid.

“ok i was wrong to blame Zouk because they didn’t advertise on their official website that he was coming.

If anything the blame should fall on the 2 Guest DJs who posted and implied he was coming, brought an impostor in, let him hype behind the console, and gave their fans the impression that he was real… Made people queue outside velvet then queue to take pics with fakemello.

Ok pls stop flaming me and pls don’t sue me for defamation ok I’m really damn sorry. I won’t post anything else bye”

Articolo PrecedenteArticolo Successivo
Michele Anesi
Amo la musica elettronica, il music marketing e scoprire nuovi talenti. Preferisco la sostanza all'apparenza.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST

Scoprirai in anteprima le promozioni riservate agli iscritti e potrai cancellarti in qualunque momento senza spese.




In mancanza del consenso, la richiesta di contatto non potrà essere erogata.