Sabato 04 Aprile 2020
Interviste

“La mia musica è il ritratto di me stesso”, intervista a Shapov

 

 

Negli ultimi mesi un giovane russo è salito alla ribalta sul palcoscenico dell’elettronica mondiale. Membro della famiglia Axtone con ben due progetti distinti, è uno di quei nomi che un appassionato riconosce lontano un miglio già al primo ascolto. Si capisce subito che il ragazzo ha talento.

Alexander Shapovalov, conosciuto da tutti come Shapov o, ancor prima, come membro degli Hard Rock Sofa, preferisce sempre far parlare la musica. Quando presenzia agli eventi si denota subito il suo profilo timido, ma quando si ascoltano le sue produzioni il discorso cambia. Proprio loro hanno fatto innamorare Axwell, che con lui ha firmato la hit internazionale ‘Belong‘. In Italia lo vedremo nei prossimi mesi sia a marzo al Reload Music Festival di Torino che a giugno al Nameless Music Festival di Barzio, Lecco.

Abbiamo fatto qualche domanda al produttore russo, dal suo nuovo EP ‘Four Corners’ alle sue aspettative per il 2017, passando dall’Axtone, all’Italia e da molto altro.

 

 

Parlaci del tuo ultimo EP, ‘Four Corners’. Com’è nato? Come hai scelto i produttori che hanno collaborato con te?

Nella mia carriera è stato uno dei progetti più duri, mettere insieme un insieme che mi rappresentasse come artista è stata senza dubbio una delle mie sfide più grandi.
È un EP molto variegato in termini di line up; MEG \ NERAK e Beverly Pills sono miei amici da moltissimo tempo, usciamo insieme e spesso ci troviamo in studio ad improvvisare, la scelta è stata naturale
Rookies invece vengono dal Regno Unito. All’inizio ho scoperto la voce di Corey quando la Axtone mi ha mandato una demo della canzone e mi sono innamorato all’instante. Volevo che lui cantasse la mia canzone e così abbiamo fatto in modo che la sua voce e la produzione andassero in sintonia. Per il vocal di Max su ‘Some People’ è stata la stessa cosa. Ho sentito la sua demo, poi ci siamo incontrati la prima volta al writing camp di Axtone/Universal a Stoccolma dov’è poi nata la canzone. Vado matto per la voce di Max!

 

 

Come ci si sente a far parte della famiglia Axtone? Come ci sei arrivato?

Amo la Axtone Family! Lavoriamo insieme da tantissimo tempo, mi sembra dal 2011. Circa 6 anni. I ragazzi che ci lavorano mi conoscono molto bene e credono nella mia musica che poi è la cosa più importante. Ogni volta che arrivo con qualche nuova pazza idea loro mi supportano sempre. Sento veramente la differenza nel far parte di questa famiglia.

Puoi descriverci il momento nel quale hai scelto la carriera da solista? Con Hard Rock Sofa stavi avendo un buon successo, hai avuto paura a ricominciare da capo?

Ripartire non è mai semplice. L’unica cosa che posso dire è che la musica che pubblico come Shapov è il perfetto ritratto di me stesso, ed è ciò che mi interessa di più.

 

 

Come troviamo oggi la musica elettronica in Russia?

In questo periodo è pieno di talenti, sia talenti più affermati che nuove proposte emergenti. Matisse & Sadko stanno facendo molto bene con la loro Monomark, ma posso dire anche Arty, MEG \ NERAK ed Amersy. È sempre un piacere avere a che fare con loro.

Cosa ne pensi invece della scena EDM italiana?

È una scena fiorente. Non c’è solo una grande domanda dal lato degli eventi, ma ci sono anche dei grandi produttori. Adoro la musica di Benny Benassi, Merk & Kremont, e moltissimi altri! Troverete sempre almeno una canzone italiana all’interno dei miei set!

 

 

Dacci tre nomi da tenere d’occhio in questo 2017.

Beverly Pills – Sono davvero eccitato nel vedere come reagirà il mondo a ciò che stanno facendo i ragazzi.
MEG \ NERAK – Ho sentito i loro prossimi lavori e sono puro fuoco.
Rookies – Talento vocale incredibile.

 

Articolo PrecedenteArticolo Successivo

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST

Scoprirai in anteprima le promozioni riservate agli iscritti e potrai cancellarti in qualunque momento senza spese.




In mancanza del consenso, la richiesta di contatto non potrà essere erogata.