Sabato 16 Novembre 2019
Festival

Movement: da Londra a Torino passando per Ibiza

Il festival torinese torna a fine ottobre con una line up all’insegna della techno, senza precludersi valide variazioni sul tema

Movement è passato da Londra e Ibiza prima di approdare e tornare al Lingotto di Torino, dove torna giovedì 31 ottobre, per poi proseguire venerdì 1 e sabato 2 novembre al Milk e all’Audiodrome. Sabato 14 settembre i materiali realizzati durante Kappa FuturFestival e Movement dal collettivo Smiling Sisters, capitanato da Ali Toscani, sono stati esposti alla Saatchi Gallery di Londra, nel giorno di chiusura di SWEET HARMONY: RAVE | TODAY, mostra retrospettiva dedicata alla nascita e all’ascesa della scena rave, dagli anni ’80 ai giorni nostri. Lunedì 16 settembre Kappa FuturFestival – stessa organizzazione e team di Movement – è stato premiato ai DJ Awards di Ibiza quale miglior festival internazionale. Un premio mai assegnato prima ad un’organizzazione italiana, e che si inserisce in un albo d’oro dove già figurano Creamfields, Tomorrowland e Ultra. Quale miglior viatico per l’edizione 2019 di Movement?

 

Mercoledì 31 ottobre le porte del Lingotto si aprono alle ore 20. La line up è trasversale il giusto, con nomi più che mainstream quali Jamie Jones e Joseph Capriati (in versione b2b) e Amelie Lens, così come non manca l’omaggio a Detroit, città madre della techno e di Movement, grazie a DJ Bone, giovani promesse quali Anastasia Kristensen, il resident di elrow Eddy M e il local hero Lollino, vincitore di BURN Residency e che a Movement prosegue con il suo progetto ecosostenibile #danceforchange. Si va avanti sino alle 6 di mattina di venerdì 1 novembre, quando all’Audiodrome inizia il morning party. Sempre venerdì 1 (in serata), al MILK Brina Knauss & Magit Cacoon, sabato 2 si torna all’Audiodrome con Derrick May & D-Wynn.

Tutte le info QUI.

Articolo PrecedenteArticolo Successivo
Dal 1996 segue, racconta e divulga eventi dance e djset in ogni angolo del globo terracqueo: da Hong Kong a San Paolo, da Miami ad Ibiza, per lui non esistono consolle che abbiano segreti. Sempre teso a capire quale sia la magia che rende i deejays ed il clubbing la nuova frontiera del divertimento musicale, si dichiara in missione costante in nome e per conto della dance; dà forfeit soltanto se si materializzano altri notti magiche, quelle della Juventus.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST

Scoprirai in anteprima le promozioni riservate agli iscritti e potrai cancellarti in qualunque momento senza spese.




In mancanza del consenso, la richiesta di contatto non potrà essere erogata.