Martedì 29 Settembre 2020
Festival

Nameless pensa al 2021 e cala i primi assi: DJ Snake, Lil Pump, Coccoluto

Tre nomi importanti e mediaticamente strategici per ripartire con le migliori speranze per l'anno prossimo

C’è chi non si perde d’animo e guarda già al 2021 con entusiasmo e ottimismo. È il caso di Nameless Music Festival. Dopo il rinvio da giugno a fine agosto e poi il definitivo slittamento dell’edizione 2020 al prossimo anno (le cause sono ovviamente nell’emergenza sanitaria mondiale), Alberto Fumagalli e il suo team sono già pronti per il rilancio. E così, sono partiti i primi annunci per l’edizione che avrà luogo dal 29 maggio al 1° giugno prossimi ad Annone Brianza (nuova location del frestival che ha lasciato la storica “casa” di Barzio, sempre nel lecchese). Tre nomi, uno per ogni area musicale (e ogni stage) coperta dal festival.

Il primo è DJ Snake, da anni ormai chimera di NMF: più volte rincorso e corteggiato nelle ultime edizioni, ogni volta un imprevisto non ha fatto in modo che la sua presenza si concretizzasse. Lo stesso Fumagalli ha ironicamente commentato in più occasioni che nel 2020, in cui Snake era già stato confermato e annunciato, ci si è messa di mezzo addirittura una pandemia per non farlo suonare. Incrociamo le dita, l’anno prossimo dovrebbe essere quello buono (sempre che non arrivi un meteorite dallo spazio…) Il secondo nome annunciato, e qui siamo in area urban, è Lil Pump. Star mondiale, ha collaborato con Kanye West e ha inanellato, a soli 22 anni, un bel numero di hit che hanno sfondato le classifiche i USA e le piattaforme di streaming. Infine, a coprire lo stage house e dintorni, Claudio Coccoluto. Un nome che non ha bisogno di presentazioni, ormai al di là di ogni classificazione che non sia quella della ricerca e della qualità.

Un annuncio intelligente, che racconta le diverse anime di un festival ormai all’apice del suo gioco: DJ Snake è il supereroe che i fedelissimi di NMF aspettano da anni, e quindi l’annuncio spacca-internet; Lil Pump è un top player del suo mondo, e portarlo in Italia significa molto per gli appassioanti di una certa area musicale (nonché un ulteriore allargamento del pubblico verso quella direzione); Coccoluto è infine il padre nobile che porta una legacy, un’eredità culturale interessante dai club ai festival. Tre fotografie perfette di un festival che ha già dimostrato il prorpio valore e che ora è già nella fase di un consolidamento importante. Sinceramtne: non vediamo l’ora che sia il 2021, sperando che tutto fili liscio e che potremo ballare vicini, divertirci, abbracciarci con il volume altissimo e tanti amici, conosciuti e sconosciuti, vicino a noi.

Articolo PrecedenteArticolo Successivo
Albi Scotti
Giornalista di DJ Mag Italia e responsabile dei contenuti web della rivista. DJ. Speaker e autore radiofonico.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST

Scoprirai in anteprima le promozioni riservate agli iscritti e potrai cancellarti in qualunque momento senza spese.




In mancanza del consenso, la richiesta di contatto non potrà essere erogata.