Domenica 17 Novembre 2019
Festival

Nameless Music Festival 2017 – Day 1

 

E’ iniziato! Dopo mesi di attesa, con una line up di primissimo livello e con gli occhi di tutta l’Italia addosso, Nameless Music Festival è ufficialmente decollato e, con un primo giorno davvero intenso, non ha deluso le aspettative delle migliaia di giovani che hanno affollato Nameless Park già dal primissimo pomeriggio. Baciato dal sole e con una temperatura ideale, Barzio è tornato ad essere “the place to be”, il posto in cui tutti gli appassionati, dj, producer e addetti ai lavori si ritrovano per celebrare assieme la bellezza della musica elettronica e per immergersi in una tre giorni di relazioni, gossip e buona musica.

Grazie a una line up interessante già dall’apertura e a un’attrezzatissima e vasta area che permette di soddisfare tutte le esigenze di ogni festival-goer – dallo scatenarsi sotto al main stage, al partecipare a un esclusivo dj set nello Jager Chalet a rilassarsi al sole nei verdi prati di Barzio –, i partecipanti hanno potuto trascorrere tutto il festival nel massimo del comfort. Sappiamo quanto sia importante, infatti, riuscire a trovare un’area in cui rilassarsi o un servizio food/beverage fornito ed efficiente quando si trascorrono molte ore all’interno di un contesto come questo.

 

Photography by @[208393630522:0] // muccitas.com
Foto by Muccitas

La prima parte della pomeriggio è stata una vera e propria dimostrazione della solidità, della varietà e della validità della scena dance italiana: Mazay, Marble, Kharfi, SLVR, Angemi e SDJM hanno presentato degli show divertenti e godibili. Chi puntando su una forte interazione con il pubblico – vedi un genuino Kharfi, un potentissimo Angemi pronto a calcare il main stage di Tomorrowland il prossimo luglio e gli straripanti SDJM – e chi invece rimanendo più fedele a una propria linea musicale – esemplari, in questo senso, i set di Marble e di un sorprendente SLVR -, tutti gli act sono stati capaci di emozionare e di confutare le tesi che sostengono che il vivaio di dj e produttori del nostro Paese sia privo di valide personalità. Il panorama dance italiano è in salute e pronto a fare il salto di qualità e Nameless è qui per dimostrarlo, ancora una volta.

La seconda parte della giornata, a partire dalle 19 in poi, è stata un continuo crescendo di emozioni, pubblico ed effetti speciali. Il main stage, il vero co-protagonista di ogni edizione di Nameless, è stato il grande atteso di questo primo giorno: con una struttura più ramificata e articolata rispetto a quella dell’anno scorso abbraccia idealmente tutto il palco creando un effetto di tridimensionalità che, all’apice della serata e con la produzione in tutto il suo sfarzo, si è rivelato impressionante. Ogni anno i ragazzi di Nameless riescono a (r)innovarsi senza essere mai banali. Cosa fondamentale, questa, per un festival che si pone come il riferimento del settore in Italia. Molto affollato in tutto l’arco della serata anche l’Arc Stage – che con l’attesissimo Ghali ha fatto il pienone – mentre è partita un po’ in sordina l’esperienza dello Jager Chalet che, dopo un set astronomico dei nostri Pelussje, è decollato con la performance di un energico PRZI che ha demolito pezzo per pezzo la casetta per la gioia di tutti i presenti. Uno dei momenti migliori della nostra giornata!

 

Foto by Muccitas
Foto by Muccitas

 

Organizzata in collaborazione con i ragazzi di Run The Trap, la line up dello Jager Chalet ha ospitato tra gli altri anche StereoLiez, Kharfi e Marble. Se siete uno dei fortunati possessori del braccialetto che vi permette l’ingresso dovete assolutamente farci un salto perché potreste vivere uno dei migliori momenti del festival: passare dalla grandiosità del main stage con migliaia di persone tutto attorno a voi a un contesto intimo dove c’è un contatto diretto con il dj è una delle esperienze che a Nameless mancava e che aiutano a rendere l’edizione 2017 più completa delle precedenti.

Ma torniamo sul main stage. Dopo il blocco italiano è stato compito del norvegese Matoma prendere in mano la serata e lanciare la volata verso i set più attesi di tutto il Day 1. Alle 19.40 è stato il momento dell’attesissima performance del giovane Shapov che, con la sua progressive house, ci ha trascinato in un viaggio fatto di break melodici e drop big room, confezionando uno dei set più apprezzati dal pubblico dell’intera giornata. Dopo di lui, hanno sfilato due dei massimi esponenti al mondo del panorama bass music/future house: l’elusivo e posato Malaa ha portato una ventata di oscurità e profonde bass-line con cui ha letteralmente stregato il main stage facendo precipitare tutti in uno stato di tensione constate in cui l’energia sembrava essere tenacemente repressa a favore di un incedere devastante. Uno show minimale ma spettacolare. Un carisma silente ma sicuramente palpabile. A seguire “Mr. Sharksquad” JAUZ che, al contrario, ci ha catapultati in un mood allegro e danzereccio, con montagne di bassi rimbalzanti e drop al cardiopalma. Un set intensissimo che è scivolato via con una velocità impressionante. Da rifare! In chiusura di serata, il primo vero headliner di Nameless Music Festival 2017 è stato ZEDD. E qui, davanti ad uno spettacolo fatto di musica, spettacolari visual e un light design allo stato dell’arte, le parole rischiano davvero di essere superflue. Il giovane russo ha dimostrato ancora una volta come – sulla stessa linea di Axwell /\ Ingrosso che si esibiranno questa sera – l’esperienza-festival del 2017 non possa non comprendere un perfetta sincronia tra tutti gli elementi della produzione, anche a costo di perdere un briciolo di spontaneità nella selezione. Questa scelta, oltre che ad averlo differenziato da tutti gli act che si sono succeduti prima di lui, è stata ampiamente ripagata dal pubblico che ha accolto tutte le hit presenti e passate del russo-tedesco con enormi boati. Nameless non dimenticherà facilmente un’ora e mezza così intensa, ve lo garantisco.

 

Photography by @[208393630522:0] // muccitas.com
Foto by Muccitas

Un primo giorno tanto positivo quando impegnativo per noi di DJ MAG Italia che, lo vogliamo ricordare ancora una volta con orgoglio, siamo media partner ufficiali di Nameless Music Festival. Se non riuscite a far parte della famiglia di Nameless seguiteci sui nostri social e non perdetevi la diretta streaming su NMF TV dove potrete assistere anche a interviste agli artisti e al pubblico, pillole dal backstage e altri contenuti esclusivi. Oggi inizia un’altra splendida giornata: ci vediamo sotto il main stage!

Foto by Muccitas

Articolo PrecedenteArticolo Successivo
Michele Anesi
Amo la musica elettronica, il music marketing e scoprire nuovi talenti. Preferisco la sostanza all'apparenza.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST

Scoprirai in anteprima le promozioni riservate agli iscritti e potrai cancellarti in qualunque momento senza spese.




In mancanza del consenso, la richiesta di contatto non potrà essere erogata.