Domenica 18 Agosto 2019
Recensioni

Con ‘No Geography’ i Chemical Brothers tornano ai loro migliori livelli artistici

È uscito il nuovo album di Ed Simons e Tom Rowlands ed è un'uscita discografica importante, un album che riporta i due alle vette delle produzione mondiale

Dopo quasi quattro anni, The Chemical Brothers pubblicano un nuovo album. Ci eravamo lasciati con il discreto ‘Born In The Echoes’, che aveva un singolo molto forte, ‘Go’ con Q-Tip, alcuni brani notevoli, e stava in bilico tra la psichedelia esplicita che aveva caratterizzato la fase più recente della produzione dei Chems e quella old school fatta di acidità e potenza allo stato grezzo. Una potenza che negli anni si era via via affievolita per lasciare spazio a una scrittura più compiuta e a una produzione smussata e consapevole. Meno irruenza, più mestiere. Un andazzo che con il senno di poi ha giovato allo sviluppo di una carriera lunga e che ha saputo dimostrare di andare molto oltre alla rivoluzione big/break beat degli anni ’90. Anche se ha mostrato il fiato corto e una certa risacca in alcuni episodi meno riusciti della discografia di Ed Simons e Tom Rowlands, che comunque negli ultimi anni si sono barcamenati alla grande grazie a una meritata fama nei live e a un repertorio diventato classico per i ravers, i clubbers, i rockers e per chiunque ami andare ai concerti per divertirsi. Sono uno di quei gruppi che ce l’hanno fatta, sono emersi dall’underground per diventare istituzione. Mantenendo standard qualitativi sempre molto alti. E così, arriviamo al 2019.

 

Cosa aspettarsi da questi due, che sono in giro da quasi trent’anni e hanno detto e fatto ogni cosa possibile? Nella migliore delle ipotesi, è lecito sperare in un album che mantenga il livello senza cali eccessivi. Invece i Fratelli se ne escono con uno dei loro dischi migliori, certamente il più riuscito degli ultimi dodici anni. ‘No Geography’ (che ha un titolo bellissimo, ma i Chemical Brothers sono campioni di titoli bellissimi, fin dal loro nome) ci aveva già fatto intuire dei presagi molto positivi con i singoli che l’hanno preceduto. Ma la realtà super di molto le aspettative. Ci sono gli stilemi che sono diventati nel tempo il vero marchio di fabbrica di Tom e Ed: i break di batteria funk, i synth acidi, i giri di basso che flirtano con la disco (semplicemente irresistibili), i tagli di voce e i cambi repentini che non fanno mai calare l’attenzione. E c’è pure quella psichedelia dell’ultimo decennio, qui più diluita e mascherata, e molto efficace quando compare. Ma non è un effetto nostalgia né un “già sentito”. Suona comunque bene, nuovo, accattivante. Già l’uno-due iniziale è sufficiente a stenderci, con ‘Bango’ che sembra il perfetto proseguimento del discorso iniziato con ‘Eve Of Destruction’ e allo stesso tempo il suo contraltare. Un feeling che ritroviamo sparso in buona parte dell’album, con punte di accelerazione netta (‘Free Yourself’, ‘MAH’). L’altra faccia della medaglia è quella di riuscitissimi pezzi onirici, notturni, come  ‘No Geography’, ‘The Universe Sent Me’ e la chiusura di ‘Catch me Im Falling’ che è già storia. Epica, profonda, perfetta per essere cantata al concerto con i lacrimoni negli occhi.


‘No Geography’ non è un album rivoluzionario, ma solo perché i Chemical Brothers ci hanno già abituati a queste vette.
Se fosse il disco di due produttori medio-bravi, non dico esordienti, sarebbe una rivoluzione. Se lo mettiamo a paragone di buona parte di ciò che il panorama mainstream dance e dintorni ha offerto in questi anni, ‘No Geography’ si mangia tutti a colazione. Nella scrittura, nella produzione, nella quantità di idee messe in campo e nel modo in cui sono realizzate. Nella ricerca della qualità e non della hit immediata. Certo, come loro ce ne sono pochissimi. Giocano un campionato a parte. Non resta che vederli, ancora una volta, dal vivo, per godere appieno di queste nuove favolose tracce.

 

Articolo PrecedenteArticolo Successivo
Albi Scotti
Giornalista di DJ Mag Italia e responsabile dei contenuti web della rivista. DJ. Speaker e autore radiofonico.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST

Scoprirai in anteprima le promozioni riservate agli iscritti e potrai cancellarti in qualunque momento senza spese.




In mancanza del consenso, la richiesta di contatto non potrà essere erogata.