Lunedì 23 Settembre 2019
Recensioni

Numa Crew, tra bassi, batterie, Firenze e UK

Nuovo album per Numa Crew, una delle realtà italiane più solide nell’enorme mondo che gravita intorno a bass, jungle, d’n’b e dintorni. Di base a Firenze, Numa Crew negli anni ha saputo imporsi a livello internazionale, forte di un suono competitivo e di collaborazioni importanti (Horace Andy, Dub FX, Subsonica, KG Man tra i tanti).
Il nuovo disco si intitola “New Underground Massive Alliance”, è pubblicato da Liondub International, ospita nomi di spicco della scena come Mr. Lexx e Robert Dallas, e sarà disponibile in tutti gli store dal 17 novembre (da martedì 11 novembre invece in esclusiva su Juno Download).
L’album si muove tra drum’n’bass, dubstep, bass, beat hip hop massicci; il tutto sotto forti influenze jamaicane. Molti i pezzi validi, qualche episodio meno efficace, in generale un ottimo disco per una scena che spesso rischia di risultare ripetitiva ed autoreferenziale. In questo, Numa Crew riesce sempre a evitare l'”effetto replay”, con diverse variazioni stilistiche e idee fresche per ogni brano.

Articolo PrecedenteArticolo Successivo

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST

Scoprirai in anteprima le promozioni riservate agli iscritti e potrai cancellarti in qualunque momento senza spese.




In mancanza del consenso, la richiesta di contatto non potrà essere erogata.