Lunedì 19 Agosto 2019
Festival

L’onda sempre più lunga dei festival croati

La penisola croata sempre più ricca di proposte elettroniche: da Ultra a Defected, da Movement a Sonus le alternative non mancano mai

Nessuno può negare che in questi ultimi anni la Croazia abbia saputo conquistarsi un ruolo di prim’ordine nel panorama europeo dei festival dance. Giusto il tempo di diventare indipendente (nel 1991) e spostarsi sull’asse occidentale (nel 2009, con l’adesione alla NATO) e la Croazia ha capito molto in fretta che la crescita della sua dimensione turistica sarebbe dovuta passare anche attraverso la musica elettronica e il conseguente indotto che ne deriva. Il calendario estivo dei suoi festival croati è davvero corposo, come ben sanno i lettori di DJ Mag Italia, che spesso e volentieri d’estate scelgono la sponda croata dell’Adriatico per le loro vacanze.

 

Ultra Europe
Armin van Buuren, Carl Cox e Swedish House Mafia: sono soltanto tre dei tantissimi nomi presenti nel cartellone di Ultra Europe, che torna allo Stadio di Poljud a Spalato da venerdì 12 a domenica 14 luglio; la settima edizione del festival croato propone anche Sasha b2b Nic Fanciulli, Art Department, Dubfire e Patrice Bäumel. In realtà più che di Ultra Europe sarebbe corretto parlare di Ultra Week: il programma completo prevede infatti Resistance con Eats Everything b2b Patrick Topping (giovedì 11), l’Ultra vero e proprio dal 12 al 14 luglio, il Regatta Party (lunedì 15), Ultra Beach con Jax Jones e Martin Solveig (martedì 16) e i due party Resistance a Hvar (martedì 16) e a Vis con Nic Fanciulli e Art Department (mercoledì 17).

Defected Croatia
Diverse novità accompagnano l’edizione 2019 di Defected Croatia, in programma al resort Garden di Tisno da giovedì 8 a martedì 13 agosto. Spiccano ad esempio The Terrace, dove si esibiranno i vincitori del contest lanciato ad inizio 2019 dalla label anglosassone, l’aumento dei boat party da 12 a 18 e una robusta crescita delle attività diurna, con sessioni di yoga, aree per la meditazione e momenti dedicati alla conoscenza dell’arte del silenzio. La musica del festival è rigorosamente house, con nomi quali Claptone, Dennis Ferrer, Honey Dijon, che affiancano il fondatore di Defected Simon Dunmore e i dj storici della label come Sam Divine e Luke Solomon.


Barrakud
Da domenica 11 a giovedì 15 agosto diversi club dell’isola di Pag ospitano il festival Barrakud, che propone Dubfire (11 e 12 luglio), Ellen Allien (lunedì 12), Paul Kalkbrenner (martedì 13), Ants con Andrea Oliva, Davide Squillace e Solardo (mercoledì 14), Marco Faraone e Cosmo Soundsystem (giovedì 15). Il tutto all’insegna di #ravetheworld, l’hastag che da sempre accompagna il festival croato.

Sonus Festival
L’isola di Pag è la sede di Sonus Festival, in calendario da domenica 18 a giovedì 22 agosto. Come sempre la sua line up calibra sapientemente house e techno, dj superstar e talenti locali (da intendersi come croati, serbi e sloveni). Qualche nome? Black Coffee, Luciano, Martinez Brothers, Ben Klock, Charlotte de Witte, Ricardo Villalobos b2b Zip. L’organizzazione è la stessa di Time Warp, che anche quest’anno alterna party in spiaggia a quelli in barca, senza trascurare una serie di attività diurne che esulano dalla musica in quanto tale, con possibilità di dedicarsi al proprio sport preferito o scoprire la ristorazione del territorio, attività quest’ultima sempre meritoria delle giusta considerazione.


Movement
L’edizione croata di uno dei festival techno più importanti al mondo inizia domenica 18 agosto sull’isola di Barbarinazza (piccolo isolotto dalmata tra Spalato e Salona), con Ten Walls e prosegue sull’isola di Pag giovedì 22 al club Calypso con Ralf e venerdì 23 all’Aquarius con Cassy, Sven Väth e Kölsch.

Outlook Festival
Il nostro itinerario croato si conclude a Pula, dove da mercoledì 4 a domenica 8 settembre torna l’Outlook Festival, dove house e techno si alternano a drum & bass, hip-hop, dubsteb e reggae. Tantissimi i nomi in cartellone. Qualche esempio? Goldie (live), Chase & Status, Mala & The Outlook Orchestra, Paradox e Sam Binga. Di sicuro una line up tra le più alternative in assoluto. E come sempre, a ciascuno il suo festival!

Articolo PrecedenteArticolo Successivo
Dal 1996 segue, racconta e divulga eventi dance e djset in ogni angolo del globo terracqueo: da Hong Kong a San Paolo, da Miami ad Ibiza, per lui non esistono consolle che abbiano segreti. Sempre teso a capire quale sia la magia che rende i deejays ed il clubbing la nuova frontiera del divertimento musicale, si dichiara in missione costante in nome e per conto della dance; dà forfeit soltanto se si materializzano altri notti magiche, quelle della Juventus.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST

Scoprirai in anteprima le promozioni riservate agli iscritti e potrai cancellarti in qualunque momento senza spese.




In mancanza del consenso, la richiesta di contatto non potrà essere erogata.