Sabato 10 Aprile 2021
Festival, Foto

Il portale musicale del PleasureLand tra Van Doorn e Van Dyk

Si è riaperto il magico portale del PleasureLand a Ravenna, lo scorso weekend 19 e 20 settembre. Location del primo giorno il Pala De André completamente trasformato e declinato su tema egiziano. La prima cosa che salta agli occhi sono i controlli all’ingresso con tanto di metal detector, neanche fosse un aeroporto. Un plauso all’organizzazione quindi, in eventi del genere prima di tutto la sicurezza. Superato il cordone di buttafuori si accede al piazzale principale, tutto dedicato al food di ogni tipo. Tutt’intorno un melting pot di stage musicali: Latino con zumba e balli sudamericani, Beat con hip hop e rap e nel tendone principale Circus (che è anche nel logo dell’evento) tech house. Generi musicali agli antipodi che disorientano noi, ma non il pubblico. In attesa dell’apertura del main stage è di rigore un giro intorno al palazzetto. Ci sono attrazioni di tutti i tipi, tanto da sembrare una mega fiera del divertimento. Macchine da rally rombano e sfrecciano, una mongolfiera sale a 10 metri di altezza, i ragazzi della Calisthenics Evolution Skills concedono evoluzioni ginniche mozzafiato e infine lo studio Inkiostro Libero offre gratuitamente tatuaggi e piercing. Queste sono solo le principali attrazioni del PleasureLand, che fin dal teaser guarda dichiaratamente al Tomorrowland. La strada è quella giusta, anche perché il festival belga è il top del genere e dai migliori c’è sempre da imparare.

IMG_7149

Arriva il tramonto e si scatena la musica nel main stage con Matteo Manzoni. L’emozione del dj resident è palpabile, soprattutto perché ha l’onore di suonare prima dei Dada Life e del loro banana show. Gli svedesi Olle Corneer e Stefan Engblom infiammano lo stage tra lanci di gonfiabili a forma di banana e banane vere. La Dada Land rimane impressa per la potenza e l’allegria degli stessi dj in consolle. A fine performance Stefan lancia addirittura la bandiera svedese al pubblico. Mentre i Dada Life scappano al Setai Club di  Bergamo per la doppia subentra un’altra coppia, questa volta olandese: Sunnery JamesRyan Marciano. Gli eroi di Olanda saranno protagonisti della prossima edizione dell’Amsterdam Dance Event (“We are the future” 15 ottobre presso Heineken Music Hall) e sganciano bombe musicali durante tutto lo show tra le quali la loro ultima release “ABC” in collaborazione con Sander Van Doorn. E’ proprio Mr. Doorn Records a prendere in mano il main stage, con i fedeli James e Ryan al fianco. Musicalmente si passa dalla EDM alla tachno pura e Van Doorn conquista gli oltre 5000 del PleasureLand. Nel frattempo allo stage Circus si danno il cambio Ralf e i Pasta Boys, nomi che in Italia sono garanzia di house e techno di qualità. All’una si “spengono” gli stage esterni e il pubblico si concentra nel main per il gran finale (il Circus lo avremmo lasciato attivo). Dopo 10 minuti buoni per montare l’immensa consolle è il momento del tedesco Paul van Dyk e il genere musicale cambia nuovamente. La trance chiude dunque l’edizione 2015 alla grande.

IMG_7547

Al risveglio si cambia location, proprio così. Dal Pala De André ci si sposta a Mirabilandia per l’official After Party. La musica elettronica entra dunque di nuovo in un parco divertimenti. Il palco è situato nella Piazza della Fama, tra l’iSpeed e la Baia dei Pirati. Aprono nel primo pomeriggio il duo milanese dei Full Screen, al secolo Gregorio e Ramiro  Cordero. Il beat è acerbo ma potente, inoltre ai dj milanesi va il merito di riempire il piazzale. A seguire la star di giornata: Madh, il giovane cantante sardo arrivato 2° nell’edizione 2014 di X Factor. Il pubblico è giovanissimo, tante le ragazzine con cellulare in mano per immortalare il loro idolo. L’autore della hit “Sayonara” non si fa desiderare e si concede a tutti i fan per selfie e autografi. La chiusura è targata Baia Imperiale. Prima tocca a Jessie Diamond, una delle female dj più richieste d’Italia. Infine chiude l’after party il dj resident della Baia Matteo Nunziadini.

(Articolo Alessandro Tanassi-Foto Anna Malagutti)

Articolo PrecedenteArticolo Successivo
GOERS
I Goers sono Alessandro Tanassi e Anna Malagutti. Macinano chilometri e festival. Anna, 23 anni, ex barista, beve solo bevande energetiche e amante della musica Techno; Alessandro, 38 anni, giornalista, organizzatore seriale di qualsiasi cosa e ovviamente amante della Techno (ma anche della House).

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST

Scoprirai in anteprima le promozioni riservate agli iscritti e potrai cancellarti in qualunque momento senza spese.




In mancanza del consenso, la richiesta di contatto non potrà essere erogata.