Mercoledì 25 Novembre 2020
News

ZHU è davvero ZHU o un troll?

 

Se la cosa si rivelasse corretta sarebbe uno degli scoop più grossi del 2017. Nelle scorse ore Josh Pan, giovane produttore classe 1989 di base a New York e sotto contratto con OSWLA, nonché uno dei più puri e affascinanti talenti all’interno di quella galassia musicale composta da costruzioni ritmiche al cardiopalma, bassi maestosi e sound-design spaziali, ha affermato in un tweet di essere niente meno che la superstar deephouse ZHU. 

 

 

Se la nostra prima reazione è stata un misto di euforia e spaesamento, è necessario prendere con la dovuta cautela questa affermazione che non ha ancora avuto (le avrà mai?) conferme o smentite ufficiali né da parte di ZHU né del suo management e che quindi lascia campo aperto alle speculazioni.

Se questa rivelazione si rivelasse esatta sarebbe davvero un grosso colpo. Josh Pan è già stato al centro di numerose diatribe relative alla sua identità: per alcuni mesi è circolata l’ipotesi che dietro a questo nome si celasse un collettivo di circa venti produttori – tra cui giovani up-and-coming star come Luca Lush, Manila Killa e Jay Wolf – capitanati da Skrillex stesso. Pan quindi non è nuovo a questo genere di cose. Anche dal punto di vista strettamente musicale la notizia potrebbe essere plausibile: anche se gli outcome stilistici di ZHU e Pan sono diametralmente opposti, nel corso della sua breve carriera quest’ultimo ha dimostrato di saper padroneggiare molti stili e altrettante sonorità. E non sarebbe l’unico caso al mondo di producer che passando con disinvoltura tra più generi. Anche la strategia social dei due artisti vede delle somiglianze: dirette, senza filtri e molto personali. Un caso?

 

 

Il tweet incriminato arriva subito dopo un sentito post su Facebook in cui, alcuni giorni dopo la fine del suo tour, afferma: voglio prendermi una pausa per ritrovare quella parte di me che era solita non avere paura di creare e sperimentare il mondo”. Non sarebbe un messaggio totalmente slegato dal percorso artistico del producer americano, quindi. C’è da sottolineare, tuttavia, che proprio domani uscirà ‘Give It To Ya’, il suo nuovo singolo su OWSLA e che, di conseguenza, la sua potrebbe essere una pianificata e intelligente mossa di marketing per attirare l’attenzione su di sé. E neanche questo ci sorprenderebbe più di tanto. Staremo a vedere se quello che potrebbe essere uno degli scoop più esplosivi del 2017 si rivelerà invece essere, come molti pensano, un grandissimo troll. La nostra curiosità è destata. Mai dire mai nel mondo della musica elettronica…

 

 

 

Articolo PrecedenteArticolo Successivo
Michele Anesi
Preferisco la sostanza all'apparenza. micheleanesi@djmagitalia.com

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST

Scoprirai in anteprima le promozioni riservate agli iscritti e potrai cancellarti in qualunque momento senza spese.




In mancanza del consenso, la richiesta di contatto non potrà essere erogata.