Martedì 10 Dicembre 2019
Festival

Quando le Dimensions contano

C’era chi affermava che dopo la quinta edizione il Dimensions Festival si sarebbe spostato dall’iconica location di Forte Punta Christo, in Croazia, verso altri lidi. Non solo questa previsione è stata smentita, ma ieri è iniziata ufficialmente la marcia di avvicinamento alla sesta edizione. Dal 30 agosto al 3 settembre si tornerà nei labirintici boschi di Pula con alcune interessanti, e probabilmente discusse, preview.

Dj

L’opening concert nella suggestiva cornice dell’anfiteatro romano di Pola vedrà come “main event” Grace Jones, personaggio iconico della moda e della musica degli anni ’70 e ’80. La sua una scelta curiosa, inconsueta e destinata forse a portare un po’ di effetto glamour ad un festival che fino ad oggi si è ben guardato dall’esplorare determinati territori. A 69 anni sarà interessante vedere quale show porterà e se sarà in grado di sostenere il peso del confronto con le edizioni passate. Assieme a lei il live dei Moderat, il groove di Yussef Kamaal e il solo project di Moses Boyd, altra grande stella del nu-jazz d’oltreoceano. Il festival vero e proprio vedrà il debutto di Jeff Mills, uno speciale set “all night long” di Theo Parrish, Shuggie Otis, Cymande, Floating Points, Nina Kraviz e molti altri ancora. L’Italia, rappresentata negli scorsi anni dagli Analogue Cops e da Daniele Baldelli, quest’anno avrà come protagonista Alexander Robotnik, eterno full analog boy che vive in questa fase di carriera una seconda giovinezza.

Articolo PrecedenteArticolo Successivo

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST

Scoprirai in anteprima le promozioni riservate agli iscritti e potrai cancellarti in qualunque momento senza spese.




In mancanza del consenso, la richiesta di contatto non potrà essere erogata.