Lunedì 14 Ottobre 2019
Costume e Società

Il rave più lungo della storia è di 500 anni fa!

La piaga del ballo...

People affected by St Vitus Dance. Foto: Alamy Stock Photo

Siamo a Strasburgo. È il luglio del 1518. Una signora di nome Frau Troffea si aggira ballando per le strade della città giorno e notte. Nessuno riesce a capire cosa stia passando per la testa di quella donna. Siamo nel ‘500. Qualcuno pensa a qualche strana maledizione, altri a illuminazioni divine. Un “epidemia di ballo” colpisce Strasburgo. Si uniscono a lei in questo strano rito una trentina di persone che dopo un mese sono 400. Ballano in strada per giorni e giorni, molti collassano, qualcuno addirittura ci lascia le penne anche perché fa molto caldo. Ma cosa è successo veramente in quel luglio del 1518 a Strasburgo? Perché la signora Troffea e altre 400 persone ballarono per un mese intero collassando e morendo? Secondo lo storico della medicina John Waller la colpa è di una stata una sostanza chimica simile all’LSD che avrebbe contaminato delle partite di cibo arrivate a Strasburgo da qualche campagna, provocando allucinazioni e deliri.

Quello che sorprende, affascina e allo stesso tempo spaventa però, è che siccome è molto improbabile che un numero così alto di persone sia stato contagiato allo stesso tempo, è più probabile – dice lo storico John Waller – che si sia trattato di una malattia psicologica definita “la piaga del ballo”, una sorta di isteria di massa che avrebbe portato 400 persone a ballare per un mese intero in preda a stati di estasi collettiva.

Questa sorprendente storia è stata riportata dal Guardian una settimana fa. L’articolo ricorda però che l’epidemia di Strasburgo ebbe un tragico epilogo. I “contagiati” furono portati sanguinanti al Santuario di San Vito e abbandonati in una sorta di quarantena durante la quale smisero di ballare. Per questo San Vito è indicato come colui che protegge da epilessia e corea, malattie nervosa che traumatizzano il corpo con movimenti incontrollati chiamata per questo Ballo di San Vito.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA 
12.07.2018

 

Articolo PrecedenteArticolo Successivo
Ale Lippi
Scrivo e parlo di Electronic Dance Music per Dj Mag Italia e Radio Deejay (Albertino Everyday, Deejay Parade, Dance Revolution, Discoball). Mi occupo di club culture a 360°, dal costume alla ricerca musicale.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST

Scoprirai in anteprima le promozioni riservate agli iscritti e potrai cancellarti in qualunque momento senza spese.




In mancanza del consenso, la richiesta di contatto non potrà essere erogata.