• MARTEDì 18 GENNAIO 2022
Festival

Renaissance sbarca in Costa Rica

Il 16 gennaio il famoso brand inglese, unitamente allo Zamna Festival, debutterà nel contesto dello show Horyzon in piena America Centrale

Non si sono ancora spente le eco della festa di chiusura del leggendario Zamna Festival a Tulum, che lo staff del Renaissance è già pronto a collaborare ancora una volta con i super club centroamericani. Si segna così l’approdo del brand inglese in Costa Rica presso l’esclusivo parco dell’El Mangroove Hotel, al Golfo de Papagayo. L’intento è quello di presentare un’altra esperienza di livello mondiale e con lineup e produzione davvero di alta gamma.

In programma dalle otte di sera alle otto del mattino, l’evento sarà illuminato dal guru della techno Sven Väth che sarà affianco da veri guerrieri della consolle come Argy, Jan Blomqvist, Rodriguez Jr, Roman Flügel, Sebastien Leger, Stephan Jolk e Marcus James. “Questa è la nostra prima volta in Costa Rica e conclude la tre giorni dell’Horyzon Festival di Zamna”, ha detto Geoff Oakes di Renaissance. “Dopo due serate consecutive come Afterlife e Circoloco sapevamo che la line-up doveva avere qualcosa di speciale”.

 

Poiché la durata dell’evento è di 12 ore, lo staff di Renaissance ne ha curato attentamente i dettagli “per mantenere una linea coerente tra house e techno” promettendo al pubblico che “sarà davvero qualcosa di speciale”. Dalla sua nascita nel 1992, Renaissance si è affermato come uno dei principali marchi tra i club e le etichette discografiche di caratura internazionale. Organizza importanti festival e serate nei club in più di 30 paesi dando vita ad appuntamenti unici e spettacolari.

La compilation mixata ‘Renaissance The Mix Collection: Sasha & John Digweed’, pubblicata il 14 ottobre del 1994, è stata nominata dalla critica come la selezione più significativa di tutti i tempi nel comparto della musica elettronica. Da allora, il marchio britannico ha pubblicato più di 80 compilation mixate e 100 singoli, coinvolgendo nomi come Solomun, Tale Of Us, Maceo Plex e Adam Beyer.

 

Articolo PrecedenteArticolo Successivo
Riccardo Sada
Distratto o forse ammaliato dalla sua primogenita, attratto da tutto ciò che è trance e nu disco, electro e progressive house, lo trovate spesso in qualche studio di registrazione, a volte in qualche rave, raramente nei localoni o a qualche party sulle spiagge di Tel Aviv.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST

Scoprirai in anteprima le promozioni riservate agli iscritti e potrai cancellarti in qualunque momento senza spese.




In mancanza del consenso, la richiesta di contatto non potrà essere erogata.