Sabato 19 Ottobre 2019
Interviste

Retrohandz su Dim Mak: lasciate ogni speranza voi che entrate!

C’è un preciso momento nella vita artistica di dj e produttori in cui si manifesta la maturazione: il gradino dopo il quale tutto prende una forma più completa, un sapore più dolce. Quel momento è arrivato per i Retrohandz che con “Bruck Out” firmano il loro vero e proprio esordio sulla Dim Mak di Steve Aoki. Non poteva che proseguire in questo senso la collaborazione del duo milanese con un gruppo così determinato a definire la propria party culture, e così dopo “BOM BOM!” e “Something Fresh” in collaborazione con Kandy e Max Styler, ecco il tanto atteso singolo che grazie alle linee vocali di Stush rende la festa ancora più euforica e divertente. Un’altra arma tra le mani di dj che portano la loro produzione negli angoli in cui l’hip hop si è trasformato in qualcosa di viscerale ed ancora più entusiasmante: l’esperimento che è riuscito a potenziare ed adattare ai grandi dancefloor dei suoni e delle voci nati come simbolo di lotta, come aniconformismo, come ancora di salvezza dalla banalità.

“Bruck Out” suona un po’ come la vostra consacrazione ad alti livelli, finalmente ecco il vostro singolo su Dim Mak. Come è nata questa idea e come si è sviluppata poi la situazione con la voce di Stush?

Come spesso accade nelle nostre produzioni siamo partiti da un’idea ritmica. Volevamo un banger adatto alla pista e all’ascolto, quindi abbiamo deciso di aggiungerci un cantato rap/dancehall e con il nostro manager Max abbiamo pensato di mandare il beat a Stush, che in precedenza aveva collaborato con due nostri colleghi Big Fish e Aquadrop. Un paio di settimane dopo abbiamo ricevuto le sue voci: abbiamo cucito un beat ad hoc con il suo cantato e un drop perfetto per le piste di tutti i festival!

Siete in prima linea per le sonorità più accattivanti e fuori dagli schemi che l’elettronica offre. Jungle terror, future house, trap, dirty bass e chi più ne ha più ne metta, ma qual è la vostra benzina? Cosa vi alimenta e vi porta a produzioni così?

Cerchiamo di non legarci mai ad un genere, ma più che altro a un suono che ci caratterizzi. Quel sound che al primo ascolto, che sia house, rap o reggae ti fa subito dire: questo è un pezzo dei Retrohandz! Ogni giorno ascoltiamo un sacco di musica, promo o tracce random su Spotify e Soundcloud e spesso anche un piccolo dettaglio ti dà l’ispirazione per partire a lavorare su un’idea. Altre volte invece si parte da un suono abbozzato su Logic e poi tutto avviene in maniera molto naturale e istintiva.

Immagino che il vostro legame con la Doner Music di Big Fish sia solido e proiettato sul futuro e vedo che per voi la collaborazione con altre realtà in generale è un ottimo strumento di lavoro. Quanto conta per voi far parte di un team come Doner e in generale quanto vi dà collaborare e legarsi ad altri movimenti che come voi vivono la musica in questo senso?

Doner è stato il primo incontro importante che abbiamo avuto da quando abbiamo deciso che la musica doveva essere un lavoro e non solo un hobby. Si può dire che con Doner siamo cresciuti insieme per quanto riguarda il lato EDM/bass e dal 2013 c’è stata una crescita non indifferente sia per Doner come management e label che per noi come artisti. L’arrivo di altri produttori come The Golden Toyz, Aquadrop, Nobel, etc. all’interno del roster non ha fatto altro che alimentare la crescita creando un movimento che fino a qualche anno fa non esisteva ancora in Italia. Doner è un management che spinge i produttori talentuosi che fanno qualcosa di differente. Collaborare con altri movimenti come può essere Dim Mak, Mad Decent è un’onore per noi in quanto siamo nati come Retrohandz ascoltando principalmente produzioni provenienti da queste label: è un sogno che si avvera e ci dà gli stimoli per fare sempre meglio!

Articolo PrecedenteArticolo Successivo
Marco Cucinotta
Innamorato del suono che irrompe squarciando la mediocrità, sono sensibile al cielo quando incontra le stelle e nutro la mia fede nell'avvenire lasciando che siano le sensazioni a parlare di verità.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST

Scoprirai in anteprima le promozioni riservate agli iscritti e potrai cancellarti in qualunque momento senza spese.




In mancanza del consenso, la richiesta di contatto non potrà essere erogata.