Mercoledì 20 Novembre 2019
News

Richie Hawtin sempre più giapponese

 

L’amore assoluto tra Richie Hawtin e il Giappone si rafforza ogni giorno di più. E non si tratta di un innamoramento recente: il suo primo set nipponico risale al 1994, quando scattò in lui anche un’immediata e irreversibile attrazione per il sake. Da allora Hatwin ne è diventato ambasciatore, testimonial, persino importatore, al punto da farne una missione: così è nato il brand Enter.Sake, che ha caratterizzato l’ultima stagione ibizenca di Hawtin allo Space nel 2015, un recentissimo tour in Giappone, e persino fornito lo spunto per creare una collezione di bottiglie a tema.

 

 

Una dedizione che nel 2014 gli è valso il titolo di Sake Samurai, conferitogli con tanto di cerimonia ufficiale dalla Sake Samurai Association. Tutto questo non distrae Hawtin dalla musica, anzi:  una sua recente composizione sonora ha accompagnato la mostra del fotografo Andreas Gurkys alla Kunstsammlung Nordrhein, galleria d’arte moderna di Düsseldorf, conclusasi lo scorso fine settimana.

 

Foto di Igor Ribnik

Articolo PrecedenteArticolo Successivo
Dal 1996 segue, racconta e divulga eventi dance e djset in ogni angolo del globo terracqueo: da Hong Kong a San Paolo, da Miami ad Ibiza, per lui non esistono consolle che abbiano segreti. Sempre teso a capire quale sia la magia che rende i deejays ed il clubbing la nuova frontiera del divertimento musicale, si dichiara in missione costante in nome e per conto della dance; dà forfeit soltanto se si materializzano altri notti magiche, quelle della Juventus.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST

Scoprirai in anteprima le promozioni riservate agli iscritti e potrai cancellarti in qualunque momento senza spese.




In mancanza del consenso, la richiesta di contatto non potrà essere erogata.