Giovedì 19 Settembre 2019
Festival, News

Savana #Mash, cultura e dj set

Il 22 e 23 maggio presso la Fabbrica del Vapore di Milano nasce Savana #Mash, un doppio appuntamento di intrattenimento culturale con concerti, performance dal vivo, djset, screening e incontri sulle sonorità “global”. L’evento è realizzato da S/V/N/, la rassegna musicale e artistica di ricerca che conduce nei nuovi suoni e nelle arti multimediali di Milano, in collaborazione con Careof, Viafarini, Norient, Honest Jon’s, Palm Wine, Hundebiss Records, MusicalZOO festival, Galleria Gluck50, Communion, con il contributo della Regione Lombardia e con il patrocinio del Comune di Milano.
Savana #Mash prosegue su un percorso già avviato da S/V/N/ (il concerto degli indonesiani Senyawa e del libanese Rabih Beaini il 22 aprile al San Fedele per il ciclo Inner_Spaces) per indagare sulle musiche, in particolare quelle elettroniche, prodotte nel cosiddetto Sud del Mondo. In avanzata fase post-coloniale, sempre più frequenti sono gli incontri tra Oriente e Occidente, così come i confronti con un “Sud” che non è più tale. La Rete permette alle sonorità e ai musicisti di muoversi ed espandersi travalicando continuamente i confini. In un panorama così frammentato, sovrapposto e in parte caotico, il concetto di bordo si attenua. Savana #Mash si colloca in questo instabile interstizio e da lì osserva il globo, portando a Milano un’accurata selezione di voci inedite ma rappresentative di una macro–scena in continua e appassionante espansione.
Per capire in quale direzione si stiano dirigendo i nuovi suoni (post)globali, Savana #Mash offrirà una sezione teorica curata da Palm Wine negli spazi di Careof, in cui sarà possibile incontrare artisti, partecipare a talk di approfondimento delle tematiche e assistere a proiezioni. Pubblico, appassionati, operatori del settore e musicisti potranno conoscere, tra gli altri, l’etnomusicologo svizzero Thomas Burkhalter, fondatore di Norient, una delle più autorevoli piattaforme on-line di settore, attraverso un panel introduttivo e parte del suo progetto multimediale “Seismographic Sound: Visions of a New World”. Ci sarà inoltre una piccola ma ricercata area market espositiva, “Disco Fair”, a cura di Simone Trabucchi di Hundebiss Records con alcune etichette discografiche indipendenti italiane e internazionali. Tra queste, la rinomata Honest Jon’s di Mark Ainley e Alan Scholefield, a rappresentare il tema #Mash con le sue pubblicazioni di jazz, blues, reggae, dance, soul, folk ed elettronica dal mondo. Oltre alla presenza nell’area market, i due fondatori della label inglese – che gestiscono insieme a Damon Albarn – saranno protagonisti dei panel di discussione e selezioneranno in un dj set i loro migliori dischi in vinile.
Ma il cuore di Savana #Mash, che si preannuncia un vero e proprio mini festival, saranno i concerti e le performance dal vivo in anteprima degli artisti coinvolti, molti dei quali per la prima volta in Italia: il produttore algerino El Mahdy Jr., “collagista” di suoni nordafricani e turchi, con bassi elettronici; il tastierista Islam Chipsy con la sua band di batteristi E.E.K, emerso dai quartieri più poveri del Cairo durante le cosiddette primavere arabe, che estremizza l’electro-chaabi con accelerazioni fulminee rendendo le melodie tradizionali ancora più frenetiche, mutanti e psichedeliche; lo statunitense Lichens, progetto solista di Robert Aiki Aubrey Lowe, attore, polistrumentista per varie band di musica rock (tra cui TV On The Radio e Om) e compositore di colonne sonore, che utilizza voce, improvvisazione e sintetizzatori modulari per un ascolto profondo e ipnotico; il 24enne angolano DJ Nigga Fox, prodigio dell’etichetta portoghese Príncipe ma uscito anche sulla Warp, capace di creare un originale e freschissimo ibrido tra kuduro, afro-house, deep angolana, tarraxinha, e batida; l’afrofuturista DJ Khalab, i cui beat seguono un sentiero immaginario e panafricanista flirtando con la sperimentazione elettronica contemporanea. Il suo show audiovisuale è co-presentato da MusicalZOO, Festival che si terrà nel Castello di Brescia dal 22 al 26 luglio, di cui S/V/N/ è partner collaborando alla serata di venerdì 24.
Sarà inoltre presentato il live di Al Doum & The Faryds, esotismo e psichedelia nel nome di Sun Ra a cura di Communion, collettivo milanese che ricerca suoni e immagini di realtà future e passate per un’esperienza percettiva interiore inusuale. E ancora, imperdibile il dj set su audiocassette di Awesome Tapes From Africa, nome d’arte, etichetta e blog di Brian Shimkovitz grazie a cui moltissima musica, disponibile solo in regioni remote del continente africano, può raggiungere le nostre orecchie. Infine l’artista visivo e musicista egiziano Hassan Khan, con una performance speciale di Club Gamelan, musica dance originale fatta con campanelli, tamburi e gong del gamelan balinese, presentato in collaborazione con Careof e con la Galleria Gluck50, che ospita l’artista per la mostra “00RR000000 0000ZZ0” dal 12 maggio al 19 settembre 2015.

locandina mash

Programma:
Venerdì 22
Careof:
18.30 Apertura
19.00 Talk “Seismographic Sound: Visions of a New World” con Thomas Burkhalter (Norient), Mark Ainley e Alan Scholefield (Honest Jon’s), Palm Wine
20.00 Honest Jon’s selezione musicale
21.30 Lichens live
22.30 Hassan Khan live
23.30 Awesome Tapes From Africa dj set
Sabato 23
Careof:
17.00 Apertura
18.30 Talk “Pirates & Snobs” con Simone Trabucchi (Hundebiss) e il giornalista Valerio Mattioli
21.00-02.00 Proiezioni a cura di Norient
Cattedrale:
20.30 Warm up
21.15 Al Doum & The Faryds live
22.00 El Mahdy Jr. live anteprima italiana
23.00 E.E.K. feat. Islam Chipsy live anteprima italiana
00.00 DJ Khalab a/v live
01.00 DJ Nigga Fox dj set
03.00 Palm Wine dj set

Biglietteria:
20 euro mini abbonamento (15 ridotto studenti under 25)
10 euro ingresso venerdì (8 ridotto studenti under 25)
15 euro ingresso sabato (12 ridotto studenti under 25)
Prevendita su Resident Advisor

Disco Fair:
Honest Jon’s, Alter, Morphine, PAN, Presto!?, Black Sweat, Holidays, Algha Margen, Die Schachtel, Hundebiss, Haunter

Info su svnsvn.tumblr.com

Articolo PrecedenteArticolo Successivo
Riccardo Sada
Distratto o forse ammaliato dalla sua primogenita, attratto da tutto ciò che è trance e nu disco, electro e progressive house, lo trovate spesso in qualche studio di registrazione, a volte in qualche rave, raramente nei localoni o a qualche party sulle spiagge di Tel Aviv.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST

Scoprirai in anteprima le promozioni riservate agli iscritti e potrai cancellarti in qualunque momento senza spese.




In mancanza del consenso, la richiesta di contatto non potrà essere erogata.