Giovedì 21 Novembre 2019
Clubbing

Solomun: fenomenologia di un successo

 

“Music is Moments”. In una delle sue citazioni più famose Solomun sembra cogliere in pieno l’essenza del successo. Il suo. L’incredibile ascesa di cui è assoluto protagonista è un caso più unico che raro. Cosa ha reso Solomun uno dei deejay e produttori più richiesti? Come ha fatto Solomun a diventare improvvisamente il deejay più amato dalle modelle e dei promoter più chic di tutto il mondo?

Essere gradito musicalmente dal pubblico femminile fa la fortuna di un artista soprattutto nella scena undergound dove il gentilissimo sesso non sembra trovarsi a proprio agio per la natura troppo hard di alcuni party. Accade soprattutto in Italia, accade spesso e – ahimè – anche giustamente. Ma con Luciano prima e con Solomun adesso la demografia della notte ha subito due fortissime scosse. L’artista nato in Bosnia-Erzegovina nel 1975 ma cresciuto a Amburgo ha ridefinito la house music Europea attraverso produzioni e remix di assoluto livello, dj set strepitosi e feste leggendarie in cui l’undergound e il mainstream si mescolano alla perfezione prendendo l’una il meglio dell’altra.

Ma quali sono gli ingredienti che rendono unico un party di Solomun? Semplicemente quelli che rendono uniche tutte le feste: la musica e la gente. Il sound di Solumon è in una parola sensuale, una deep house con sfumature house (nei vocal) e techno (nelle atmosfere), dall’andatura epica che cresce continuamente creando una situazione magica, come se nel mixer avesse un cursore segreto.

Che venerdì sera al Fabrique di Milano non abbia proposto uno dei suoi migliori deejay set (troppo cupo soprattutto nella parte centrale) non intacca minimamente lo spessore di un’artista capace di arrivare over the top in soli 5 anni dopo che nel 2011 il suo remix di “Around” (Noir & Haze) passò in pochi mesi da “best remix of the year” secondo Resident Advisor a sigla di Deejay Chiama Italia (il morning show condotto da Linus e Nicola Savino) su Radio Deejay. A proposito di mescolare underground e mainstream…

E poi, non c’è niente da fare. Se piaci alle donne piaci a tutti. E’ una delle regole non scritte del clubbing. Anche per questo Solomun è in stato di grazia.

Articolo PrecedenteArticolo Successivo
Ale Lippi
Scrivo e parlo di Electronic Dance Music per Dj Mag Italia e Radio Deejay (Albertino Everyday, Deejay Parade, Dance Revolution, Discoball). Mi occupo di club culture a 360°, dal costume alla ricerca musicale.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST

Scoprirai in anteprima le promozioni riservate agli iscritti e potrai cancellarti in qualunque momento senza spese.




In mancanza del consenso, la richiesta di contatto non potrà essere erogata.