Lunedì 25 Maggio 2020
News

Il Summer Recap da brividi di Axwell Λ Ingrosso

Quando, più o meno un anno fa, è stata annunciata la partnership tra Axwell e Sebastian Ingrosso per il progetto Axwell Λ Ingrosso, in molti hanno reagito con scetticismo. Il che è abbastanza comprensibile, considerata la pesante eredità della Swedish House Mafia sulle spalle dei due e il rischio di diventarne una “nuova brutta copia”. Certo, quando si tratta dei due svedesi viene quasi impossibile parlare sia di brutto che di copia, ma è pur vero che i numeri raggiunti dal trio sono ad oggi ancora mostruosi per qualsiasi rappresentante della scena. E’ passato un anno, in cui lo scetticismo è andat0 pian piano dissolvendosi brano dopo brano, show dopo show. Can’t Hold Us Down, On My Way, Something New ma soprattutto Sun Is Shining hanno letteralmente infiammato intere arene in tutto il mondo, venendo suonate da praticamente tutti i big della scena e con quest’ultima divenuta una vera e propria hit costituendo ben presto il cavallo di battaglia del duo. Una promozione efficace (come sempre è stato fin dai primi tempi degli Swedish House Mafia) ed innumerevoli gigs nei maggiori festival del mondo, unite ad altrettante innumerevoli performance convincenti, hanno fatto del progetto Axwell Λ Ingrosso un successo indiscutibile, garantendone l’andatura a gonfie vele. Alla luce di ciò, i due hanno pubblicato un Summer Recap che riassumesse nella loro stagione estiva quanto di buono è accaduto in tutto il 2015. Un cortometraggio di sei minuti diretto dal regista Nicolas Caeyers, che in perfetto “stile cinematografico Swedish House Mafia” riepiloga i maggiori appuntamenti del duo per quanto riguarda l’estate 2015.

Ad alimentare l’hype intorno ai due, perché anche questo aspetto bisogna considerare, è stata la scissione dalla storica manager Amy Thomson, a cui tanto si deve per tutto ciò che hanno rappresentato i due insieme a Steve Angello negli anni passati e, in tempi recentissimi, il discorso di Axwell immediatamente dopo la proclamazione dei vincitori della Dj Mag Top100 Djs 2015, in cui lo svedese sottolineava il fatto di non aver svolto alcuna campagna promozionale per il raggiungimento della 17esima posizione, di cui si proclama insieme ad Ingrosso estremamente fiero perché frutto di vero supporto dei fans al contrario di chi avrebbe raggiunto la cima con una campagna mediatica invadente. Polemico? Rosicone? Ognuno ha la sua opinione, la mia è che i due abbiano voluto mantenere quella speciale coerenza che li ha da sempre contraddistinti: l’essere e rimanere sulla cima senza aver mai preteso (platealmente) di starci o aver chiesto il permesso a qualcuno. Qualità, niente lasciato al caso e risultato vincente: questa è stata probabilmente la loro equazione del 2015.

https://www.youtube.com/watch?v=jo1j0BeRVTM

 

Articolo PrecedenteArticolo Successivo
25 anni. Romano. Letteralmente cresciuto nel club. Ama inseguire la musica in giro per l'Europa ed avere a che fare con le menti più curiose del settore. Penna di DJ Mag dal 2013, redattore e social media strategist di m2o dal 2019.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST

Scoprirai in anteprima le promozioni riservate agli iscritti e potrai cancellarti in qualunque momento senza spese.




In mancanza del consenso, la richiesta di contatto non potrà essere erogata.