Martedì 22 Ottobre 2019
Festival

Untold sul trono dei festival europei

Il festival rumeno batte ogni record di presenze, grazie ad un’offerta musicale senza pregiudizi e un’organizzazione che non lascia mai nulla al caso

Diretta televisiva nazionale tutte le sere, un pool di sponsor comprensivo di compagnie telefoniche, carte di credito, multinazionali specializzate in elettronica di consumo, catene di supermercati; uno stadio, un palasport, strade e zone del parco cittadino interamente dedicati. Una serie di fattori che hanno reso Untold uno degli appuntamenti più frequentati nel calendario europeo dei festival elettronica. Da giovedì 1 a domenica 4 agosto la città rumena di Cluj-Napoca ha saputo raccogliere oltre 372mila presenze (così riportano i media locali),  grazie anche e soprattutto ad una line up capace di miscelare Martin Garrix e Robin Williams, Armin van Buuren e Kristian Nairn (esatto, l’Hodor del Trono di Spade), Dave Seaman e Jamie Jones, Martinez Brothers e Seth Troxler. La capitale della Transilvania e gli eredi di Dracula possono esserne più che soddisfatti.

Tutti allo Stadio
Inaugurata nel 2011, capienza di circa 30mila spettatori, la Cluj Arena ha ospitato il main stage di Untold. Il palco occupava di fatto un quarto del campo di calcio, con il pubblico che ha riempito per tutta la durata del festival sia il terreno di gioco sia le tribune; in un paio di casi (Robin Williams e Martin Garrix) in molti sono dovuti restare fuori o attendere che qualcuno uscisse. Con il servizio d’ordine e la polizia locale in Romania e nei paesi est europei del resto non c’è mai molto da discutere: i mitra a tracolla e la postura stile piantonamento di ambasciate inducevano a miti consigli chiunque avesse in animo strani pensieri. Sul fronte strettamente artistico, si sono distinti in particolare Armin van Buuren e il suo set di oltre sette ore, Nicky Romero, sempre attento a ricordare Avicii, e David Guetta, che ha sparato subito una serie di hit (‘Far Away’, ‘Calling’, ‘When Love Takes Over’ e ‘Losing My Mind’) in modo da togliere una volta di più ogni dubbio su chi sia uno degli indiscussi re della musica elettronica.

 

Da Kalkbrenner al Circoloco
Mentre sul mainstage si succedevano gli headliner EDM, nell’adiacente Galaxy Arena si sono alternati fuoriclasse quali Joseph Capriati e Loco Dice (giovedì 1), Solomun (venerdì 2), Paul Kalkbrenner e Tale Of Us (sabato 3) e Jamie Jones b2b Seth Troxler b2b Martinez Brothers (domenica 4). Kalkbrenner è stato come sempre devastante, capace di tenere il pubblico presente incollato al parquet o alle seggiole della tribuna del palazzetto dalla prima all’ultima traccia. Ottimo anche il set degli alfieri del Circoloco, sempre più affiatati in questa performance, nella quale sembrano una squadra di calcio che gioca a memoria.

 

Dal Trono di Spade ai dj set
Dj da oltre vent’anni, Kristian Nairn non ha abbandonato il suo primo amore – il djing – dopo essere diventato un attore di spessore internazionale, grazie al ruolo di Hodor nella serie tv ‘Il Trono di Spade’. Il suo set a Untold è stato tutto tranne che commerciale, in diversi momenti è sconfinato nella trance. Nulla da dire sia sulla tecnica sia sulla selezione musicale. A tutto questo si aggiunga il fatto che il carisma e una certa fisicità (208 centimetri di altezza) non gli fanno certo difetto: si capisce quindi molto in fretta che non siamo di fronte all’ennesimo caso di celebrity in cerca di facili ingaggi e immediata visibilità.

 

La presenza di Nairn confema che anche quest’anno Untold ha saputo offrire una line up variegata, dove non sono mancati musica dal vivo, zone dedicate al revival e spazi per i local heroes. Il tutto unito ad una serie di street food sia rumeni che stranieri, mercatini vintage ed una pista dove si ballava per produrre energia, in modo da fornire il proprio contributo alla ecosostenibilità. Immancabile anche la ruota panoramica e gli spazi per praticare sport o rilassarsi, elementi indispensabili per coinvolgere target familiari e di ogni età. Un festival non si può costruire soltanto con la community di giovani e la loro esclusiva passione per la musica elettronica. Bravi ad Untold ad averlo capito prima di tanti altri.

 

Articolo PrecedenteArticolo Successivo
Dal 1996 segue, racconta e divulga eventi dance e djset in ogni angolo del globo terracqueo: da Hong Kong a San Paolo, da Miami ad Ibiza, per lui non esistono consolle che abbiano segreti. Sempre teso a capire quale sia la magia che rende i deejays ed il clubbing la nuova frontiera del divertimento musicale, si dichiara in missione costante in nome e per conto della dance; dà forfeit soltanto se si materializzano altri notti magiche, quelle della Juventus.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST

Scoprirai in anteprima le promozioni riservate agli iscritti e potrai cancellarti in qualunque momento senza spese.




In mancanza del consenso, la richiesta di contatto non potrà essere erogata.