Domenica 18 Agosto 2019
Esclusiva

Volvox presenta il suono del Berghain per DJ Mag

Siamo stati nel techno club più famoso del mondo insieme alla dj americana Volvox che ha scelto 5 dischi in esclusiva per noi dal suo dj set

Credits: Jorge Balarezo

Il Berghain è un Sunday club. Succede tutto di domenica. È domenica pomeriggio infatti quando Volvox mi spalanca le porte della mecca delle musica techno mondiale. Ci accolgono le solite massicce pareti sudate dell’ex centrale elettrica che ormai è oltre la leggenda. La musica batte da oltre 15 ore e ne manca almeno altrettante. Ariana Poletti, in arte Volvox attacca alle 6 del pomeriggio. Rimarrà in consolle 4 ore. Tempo minimo concesso ai dj da quelle parti. Una vera forza dominante nella scena underground di Brooklyn, Ariana è nota per i suoi set robusti e spigolosi, techno e groovy. Suona e produce dal 2006. Vive e lavora a New York dal 2011 dove condivide le idee sulla resistenza underground con The Black Madonna, Marcel Dettmann, DVS1, The Hacker, Legowelt e Mike Servito. JACK DEPT e UNTER sono le sue residenze americane con le quali si afferma come una delle dj techno più credibili e in ascesa. Bionda e minuta, quando sale in consolle diventa una vera e propria forza della natura. Visita spesso il Berghain. Da come gestisce il suo slot si vede e si sente. Gestisce la sala con fermezza, dando il colpo di grazia chi è lì da ieri, caricando a molla chi, come noi, è appena entrato.

Questi sono 5 dischi scelti personalmente e in esclusiva per noi da Volvox, estrapolati dal suo dj set di domenica 17 marzo quando siamo stati al Berghain dove, tra l’altro, Vatican Shadow celebrava l’uscita della nuova compilation firmata per Ostugut Ton.

Owl – Multiverse [Planet Rhythm]
Una traccia di apertura premonitrice per pulire il palato dal precedente dj e suggerire un assaggio di quello che verrà…

 

Madben – Indepth [Off Recordings]
Questa è una grande “building track” con dentro una giusta dose di “nervosismo”.

 

Kloves – Phantom [Refused Audio]
Per quando le cose iniziano a girare, catturandoti in un vortice techno.

 

Robert Armani – Red Acid [Traxmen Records]
Un disco acido e cattivo dritto alla giugulare ad opera di uno dei grandi maestri di Chicago.

 

Toms Due – Stratum [Etruria Beat]
Questo è un disco potentissimo dal sapore old school per chiudere il set con la folla che urla sul drop.

 

Volvox non sembra, per il momento, dover passare dall’Italia. Ma in primavera e in estate sarà spesso in giro per l’Europa. Ecco le prossime date confermate:

31 magggio 2019

Nuits Sonores 2019 / Night 3 at Old Fagor-Brandt Factories, Lyon

07 giugno 2019

Junction 2 Festival 2019 at Boston Manor Park, London

08 giugno 2019

Volvox, TOXE, Hydropsyche at Østre, Bergen

14 giugno 2019

WHOLE | United Queer Festival 2019 at Ferropolis, Leipzig

18 luglio 2019

Circoloco OFFSónar

at Poble Espanyol, Barcelona

25 luglio 2019

Supynes Festival 2019 at Tolieja, Lithuania

Articolo PrecedenteArticolo Successivo
Ale Lippi
Scrivo e parlo di Electronic Dance Music per Dj Mag Italia e Radio Deejay (Albertino Everyday, Deejay Parade, Dance Revolution, Discoball). Mi occupo di club culture a 360°, dal costume alla ricerca musicale.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST

Scoprirai in anteprima le promozioni riservate agli iscritti e potrai cancellarti in qualunque momento senza spese.




In mancanza del consenso, la richiesta di contatto non potrà essere erogata.