Domenica 22 Settembre 2019
Festival

Wish Outdoor Italy: che bella scommessa!

 

Come molti di voi ben sanno, sabato 10 settembre 2016 è andata in scena a Firenze la prima edizione italiana del festival olandese di Wish Outdoor, del quale noi di Dj Mag Italia vi avevamo già parlato un paio di anni fa. Il primo episodio italiano ce lo siamo immaginati come una bella scommessa – come un po’ qualsiasi evento di musica elettronica nel Belpaese – e abbiamo incrociato le dita per una riuscita senza intoppi.

La prima impressione, si sa, è fondamentale. Ed il colpo d’occhio all’arrivo non delude di certo: un palco mastodontico – in perfetto stile Wish – alto 33 metri e largo 75, che rende omaggio alla città di Firenze con i suoi archi e pennacchi e un leone al centro, poco sopra la console. Una struttura che ha impiegato dieci giorni per l’allestimento, con la partecipazione di un centinaio di persone. Ai suoi lati due tribune, con un privèe rialzato sistemato al centro.

L’affluenza è buona, non c’è il tutto esaurito ma non ci si può lamentare, sia per quantità che per qualità di pubblico: rragazzi in festa, italiani ma anche tanti stranieri, accorsi per il grande spettacolo dell’EDM che dopo tante anticipazioni finalmente approda nella Visarno Arena. Aprono le danze nel main stage Jerry Davila, Kharfi e Martin Jensen, mentre iniziano ad arrivare i primi appassionati e mentre prendon vita anche i palchi secondari: lo stage M2O e l’House District, con quest’ultimo dedicato ad alcuni interessanti nomi della scena future house attuale, tra cui Pep&Rash, EDX, Lucas&Steve e tanti altri.

WiSH16IT_054_byLorenzoTnc

Alle 16 è il turno di Juicy M, che anticipa l’arrivo delle superguest internazionali. Il primo ad esibirsi è Jay Hardway, che sotto un timido sole pomeridiano scalda i cuori dei presenti a suon delle sue hit prodotte al fianco del giovane Garrix e non solo. Alle 18 è già il momento dei due nomi ritenuti dai più i principali ospiti della giornata: Dimitri Vegas & Like Mike. Veri e propri showmen, tengono la folla senza alcun problema mantenendo altissimo il coinvolgimento, mentre gli effetti speciali del main stage fanno il loro sacro dovere. I nostri Merk&Kremont, a seguire, ci ricordano perchè al momento rappresentino i nostri migliori esponenti, offrendo un set più che vario che tutto può fare fuorché annoiarti. Alle 20 è il turno di quello che in mia opinione è il miglior dj set della prima edizione di Wish Outdoor Italy: Zedd. Le sue hit sono inconfondibili, ma offerte con intelligenza tra stacchi trap, future bass, electro e sfumature progressive; un dj set che tiene il passo con i tempi senza scadere nella banalità. Il meteo regge, il main stage fa fuoco e fiamme e la folla è in delirio: what else?

Segue Steve Aoki, nel pieno del suo weekend italiano, che ha il merito di offrire una selezione molto attuale, ma osando su certi aspetti: alcuni stacchi hardstyle forse durano un po’ troppo, così come quelli trap che – per quanto il mio gusto personale mi spinga a ringraziarlo – forse non sono ancora adatti al pubblico italiano, perlomeno in così larga misura. Highlight del suo set, a parte il consueto cake me, è la comparsa di Fedez sul palco: il rapper si è unito a Steve Aoki nel momento in cui è stata suonata la sua ultima produzione a fianco dei Treeko. Ultimo act della magica notte di Wish è Ummet Ozcan, con un set esplosivo che chiude in bellezza la manifestazione.

WiSH16IT_119_byLorenzoTnc

Momento riflessione. Wish Outdoor Italy ci è piaciuto. L’estetica e gli effetti speciali hanno messo d’accordo tutti, così come i nomi offerti nel main stage. Sicuramente a livello di partecipazioni si poteva far di più (8500 le presenze registrate) ma sappiamo ormai tutti quanto sia difficile a livello burocratico ed economico realizzare un certo tipo di eventi sul nostro territorio e sappiamo altrettanto tutti quanto sia ancora densa l’aria di diffidenza che si prova nei confronti di eventi EDM made in Italy. La superficialità di alcune manifestazioni passate pesano ancora sul nostro curriculum e solo con il tempo – e con l’impegno che tante nostre realtà stanno dimostrando ogni anno – potremo raggiungere i livelli del resto d’Europa: non credete manchi c0sì tanto, in alcuni casi basterebbe soltanto un po’ di fiducia in più da parte di tutti noi. Motivo per cui è per noi una splendida notizia sapere che Wish Outdoor Italy tornerà l’anno prossimo per la sua seconda edizione: 16 settembre 2017. Save the date, see you there.

Articolo PrecedenteArticolo Successivo
25 anni. Romano. Letteralmente cresciuto nel club. Ama inseguire la musica in giro per l'Europa ed avere a che fare con le menti più curiose del settore. Se non lo trovi probabilmente sta aggiornando le playlist di Spotify.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST

Scoprirai in anteprima le promozioni riservate agli iscritti e potrai cancellarti in qualunque momento senza spese.




In mancanza del consenso, la richiesta di contatto non potrà essere erogata.