• SABATO 22 GIUGNO 2024
Interviste

60 seconds with Axel Cooper

Il dj e producer milanese, i suoi esordi precoci, gli hobby, le sue passioni e i suoi idoli da sempre


foto: ufficio stampa
Axel Cooper

Il dj e producer milanese Axel Cooper – all’anagrafe Andrea Cogliati – è il classico talento precoce: inizia a studiare musica all’età di otto anni, così come nel 2020 è uscita la sua prima produzione internazionale rilevante, ‘Te Boté’, realizzata insieme ad Alox, seguita successivamente da ‘Dernière Danse’, prodotta in collaborazione con Yves V & Shangu e soprattutto dal suo remix di “Lento” di Boro Boro e MamboLosco. Nei mesi scorsi ha firmato ‘Little Do You Know’ insieme a Toby Gad featuring Keke Palmer & Aloe Blacc; adesso spazio alle sue risposte in 60 secondi.

 


Il primo disco che hai comprato?
‘Nothing but the beat’ di David Guetta (2011).

I tuoi idoli quando eri agli inizi?
Sono sempre stato un fan di Dimitri Vegas & Like Mike e lo sono ancora!

Se non fossi diventato un dj adesso saresti…
Avrei aperto una sala prove nel mio paese.

Che lavori hai fatto prima di diventare un dj ed un producer a tempo pieno?
Ho lavorato come operatore logistico.

La cosa più pazza che hai fatto con i primi soldi guadagnati con la musica?
Sono sempre stato un grande appassionato di auto, appena ho potuto mi sono comprato una Mini Cooper S.

Il tuo rapporto con i social?
Mi piace creare contenuti e guardarli. Utilizzo spesso i social, per lavoro e per passare il tempo.

I tuoi hobby?
Andare in palestra e andare per ristoranti.

La tua serie tv preferita?
La Casa di Carta e Family Guy.

Che cosa suggerisci ai giovani che vogliono diventare dj e producer?
Essere molto perseveranti e determinati. E avere sempre voglia di imparare.

Un errore che non rifaresti?
Aver mollato la carriera internazionale per lavorare soltanto in Italia.

La scelta migliore della tua vita?
Aver lasciato gli studi per inseguire il mio sogno di diventare dj e producer.

 

Articolo PrecedenteArticolo Successivo
Dan Mc Sword
Dal 1996 segue, racconta e divulga eventi dance e djset in ogni angolo del globo terracqueo: da Hong Kong a San Paolo, da Miami ad Ibiza, per lui non esistono consolle che abbiano segreti. Sempre teso a capire quale sia la magia che rende i deejays ed il clubbing la nuova frontiera del divertimento musicale, si dichiara in missione costante in nome e per conto della dance; dà forfeit soltanto se si materializzano altri notti magiche, quelle della Juventus.