• SABATO 13 APRILE 2024
News

Il progetto MI.BARRIO di Hell Raton esordisce con ‘Lucha Libre’

Hell Raton, il suo alias Manuelito e il suo nuovo progetto MI.BARRIO si presentano al pubblico con la prima compilation, 'Lucha Libre'

Foto: Instagram @mi.barriofficial

È fuori da venerdì 22 marzo il primo prodotto targato MI.BARRIO, la nuova etichetta musicale di Manuelito Hell Raton, basata su compilation ed eventi, e che ha come obiettivo fare emergere i migliori talenti della scena elettronica italiana ed europea. Ogni volume sarà caratterizzato da uno stile preciso. Il primo, appena pubblicato, si intitola ‘Lucha Libre’ e racconta il mondo tech house. Comprende 14 tracce tra cui il nuovo alias del founder del progetto Hell Raton, Manuelito. Oltre a lui sono presenti MC Kwality, Francisco Allendes, Boss Doms, VLTRA, Draxx, Cvampanile, Essed, ATLAC, YOUniverse, Simon Ray, Shokë e Gabriele Toma.

Sono diverse le atmosfere e le sfumature del genere che si possono cogliere ascoltando le canzoni presenti nella raccolta. Ogni producer è stato in grado di inserire le proprie influenze e il proprio gusto, tuttavia senza snaturare la compilation che risulta essere un lavoro estremamente a fuoco. Molte delle canzoni presenti in questa raccolta hanno già ricevuto supporto da tanti artisti internazionali come Gordo, Vintage Culture, Joseph Capriati, Marco Carola e Wade e questo è un ulteriore importante indicatore della validità delle produzioni contenute in ‘Lucha Libre’.

 

Il primo evento targato MI.BARRIO si è svolto al Gate a Milano durante la Milano Fashion Week lo scorso febbraio. La serata, che ha ospitato anche alcuni special guests come Melanie Ribbe, ha mostrato il clima di festa che il progetto vuole portare con una serie di back to back e una final royal rumbe tra tantissimi degli artisti coinvolti in questa prima compilation.

Dopo questa prima esperienza più che positiva, nell’estate 2024, inizierà un tour nei migliori club underground d’Europa.

 

 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 

 

Un post condiviso da Mi Barrio (@mi.barriofficial)

 
Articolo PrecedenteArticolo Successivo