• LUNEDì 22 LUGLIO 2024
Festival

La grande festa di Boiler Room a Milano

Il sabato appena trascorso è andata in scena la grande festa di Boiler Room al Carroponte di Milano guidata da Saoirse, ANOTR e Avalon Emerson

Foto: Vittorio la Fata

Nella suggestiva cornice del Carroponte di Milano è andata in scena la grande festa di Boiler Room. Lo stesso teatro che poche settimane fa era stato il palco di un altro grande evento dell’estate meneghina: il Circoloco (a dimostrazione del crescente interesse che in questo momento esiste per eventi del genere). Simili per la perfetta organizzazione e per gli orari – un party che iniziava alle 15 e terminava a mezzanotte per un totale di nove ore di musica garantita (e per chi non fosse stato sazio, c’era un after che proseguiva fino alle cinque della mattina dopo) – si sono nei fatti dimostrati profondamente diversi.

In primis perchè Boiler Room ha deciso di dividere il pubblico su due palchi, un main stage e un palco più piccolo vicino all’entrata. Questo ha da subito permesso una differenziazione, lasciando maggiore libertà alle persone che hanno potuto più comodamente scegliere cosa ascoltare e poter cambiare a proprio piacimento.

Una line up ricchissima ha fatto il resto con Saoirse, ANOTR e Avalon Emerson come nomi di punta, che sono serviti da cavalli di Troia per i vari: Christian AB, Dr Banana, Hiver, Marie Montexier, Nicola Mazzetti, Quest (IT), Sugar Free, tINI, Anthea, Bulma Brief e Giammarco Orsini – per un totale di quattordici artisti coinvolti. I set si sono alternati per tutto il pomeriggio e la sera, con più o meno un’ora e mezza di set ad artista. E una distribuzione ben equilibrata sui due palchi – a dimostrazione che chi ha suonato nel palco più piccolino, non era necessariamente meno interessante.

 

Differentemente da altri eventi, la sensazione era spesso di avere a che fare con un pubblico interessato genuinamente all’evento, più che a delle persone che desiderano solo essere nel place to be del weekend. Miglior set della serata? A parere di chi scrive Saoirse è stata la top player del pomeriggio, con un suono dinamico e coinvolgente che ha fatto impazzire i presenti.

Una festa notevole, bella, divertente e guidata dalla qualità. Boiler Room si conferma una garanzia per tutti gli appassionati, ma anche per i neofiti che si vogliono approcciare al mondo della musica elettronica e del clubbing. Speriamo di rivederli presto.

Articolo PrecedenteArticolo Successivo