• LUNEDì 17 GIUGNO 2024
Festival

Torna la Milano Music Week e la città non è più la stessa

Una settimana intensa dedicata alla musica nel capoluogo lombardo. L'evento è pronto a coinvolgere tutti, dal pubblico ai curiosi, passando per turisti e addetti ai lavori. Tutto all'ombra della Madonnina

Foto: Riccardo Sada

La Milano Music Week fa il suo ritorno, portando con sé l’entusiasmo in tutta la città. Per il settimo anno consecutivo, il capoluogo lombardo ospiterà questo evento dedicato alla musica, promosso dal Comune di Milano in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura, Assoconcerti, Assomusica, Fimi, Nuovoimaie e Siae. Dal 20 al 26 novembre, si svolgeranno concerti, talk ed eventi diffusi in vari luoghi della città. Dopo il notevole successo dell’edizione precedente, con oltre settanta incontri sparsi per la città e oltre trentamila partecipanti, quest’anno l’offerta di contenuti sarà ancor più ampia. Dj set a cura di Nerissima Serpe, Giolì & Assia, Silent Bob e altri ancora.

Il fulcro dell’evento sarà presso il quartier generale di Torneria Tortona, dove si terranno molti degli eventi in programma: sessioni sul business musicale, workshop, incontri con gli artisti, dj set e esclusive showcase. L’headquarter sarà aperto tutto il giorno, offrendo spazi per il coworking e, soprattutto, opportunità di networking per chiunque sia interessato a esplorare il mondo della musica. I primi artisti dei talk sono già stati confermati, tra cui Ariete, Paola Iezzi, Devendra Banhart, Neffa con Ele A. E c’è una lista di eventi imperdibili che continuano ad aggiornarsi costantemente. Per ulteriori dettagli e l’intero programma è possibile consultare il sito milanomusicweek.it.

 

 

Tra gli appuntamenti da non perdere, spiccano la conversazione di Villabanks con il Quartetto Indaco, la presentazione del nuovo libro di Stefano Senardi con Manuel Agnelli, Mauro Paganie Michele Serra, un’Immersive VR Experience dedicata al Maestro Giuseppe Verdi, la presentazione in anteprima live del primo album di El Simba, e la mostra d’arte dedicata ai The Who intitolata “Who Are You”. Inoltre, il Distretto Tortona, punto focale da cui si dipaneranno, come ogni anno, eventi in tutta la città, ospiterà anche il Linecheck – Music Meeting and Festival, main content partner (BASE, via Bergognone, 34). Altri appuntamenti secondo noi da non perdere li riportiamo qui di seguito.

Martedì 21 novembre alle 15,15 in Torneria Tortona ‘I producer sono i nuovi compositori?’, Sempre più spesso i producer italiani prendono il centro del palco, pubblicando dischi e comportandosi come veri e propri compositori. A volte invece si riuniscono in collettivi innovativi che nel totale anonimato firmano hit globali. In che modo i producer stanno cambiando l’editoria musicale contemporanea, e quali sono i nuovi strumenti a loro disposizione?

 

 

Mercoledì 22 novembre alle 16,15 in Torneria Tortona ‘Music is future, future is music. A conversation with Lyor Cohen, Global Head of Music, Google and Youtube‘: Una fireside chat con Lyor Cohen, Global Head of Music, Google and YouTube – già dirigente presso Def Jam e Warner Music – sullo scenario attuale della musica a partire dal cinquantennale dell’hip-hop, senza tralasciare i forecast del settore: la musica che verrà secondo uno dei professionisti più eclettici della scena internazionale. Ospiti: Lyor Cohen – Global Head of Music, Google and YouTube e Marta Cagnola – Radio24.

 

 

Tra gli incontri più interessanti giovedì 23 novembre alle 19,15 in Torneria Tortona ’50 anni di hip hop: Neffa in conversazione con Ele A’ ovvero Cosa significa giocare con le parole, legandole però sempre con affilata onestà alla propria vita, alla propria storia, alle proprie emozioni? Cosa significa giocare col proprio stile, prima di tutto per cavalcarlo ed affinarlo, certo, ma ogni tanto anche per fuggirne o farlo evolvere? Cosa significa vedere il mondo da generazioni diverse, ma con emozioni e background intrecciati in comune? Neffa e Ele A si raccontano e si confrontano in un dialogo libero, senza obblighi, senza filtri, senza luoghi comuni, senza confini.

Venerdì 24 novembre alle 16,15 in Torneria Tortona ‘State of the industry: le nuove prospettive della discografia in Italia’, Quali sfide si delineano per la musica italiana del futuro? Una conversazione tra presidenti delle grandi case discografiche italiane per analizzare le dinamiche attuali dell’industria e i nuovi scenari che si prospettano a partire dallo sviluppo delle nuove tecnologie e dell’impatto che avranno sull’intera filiera, consumatori compresi, e sulla creatività e il talento. Ospiti: Alessandro Massara – Presidente, Universal Music Italia Pico Cibelli – Presidente, Warner Music Italy Dino Stewart – Managing Director, BMG Luca Daher – Managing Director, Believe Italy Francesco Prisco – IlSole24Ore.

 

 

Venerdì 24 novembre alle 19,15 in Torneria Tortona ‘La library music tra sperimentazione, collezionismo e sample’, il ‘lato oscuro’ delle colonne sonore: musiche tanto sperimentali quanto elusive. Dischi stampati tra i ‘60 e gli ‘80 in pochissime copie per scopi non commerciali e divenuti con il tempo oggetti di culto per collezionisti. Ma la library music è anche molto di più. Dagli anni ‘90, le avanguardie musicali di compositori spesso ignoti ai più sono fonte di continua ispirazione di beat e sample, amati e campionati da producer e artisti hip-hop che hanno restituito linfa vitale al genere con un processo di ‘digging’ e taglia e cuci sonoro. In occasione della Milano Music Week, CAM Sugar, storica etichetta italiana di musica per immagini, vi guiderà all’ascolto della library music e ne racconterà, in compagnia di vari ospiti, traiettorie passate e presenti, in un dialogo che dalle origini del fenomeno ne ripercorre le vite parallele, tra nomi di spicco e protagonisti inattesi.

Sabato 25 novembre alle 5,15 in Torneria Tortona ‘Se i fan diventano musicisti: come l’intelligenza artificiale cambierà la musica per sempre’, I cambiamenti che porterà la diffusione dell’A.I. nella musica e più in generale nella creatività sono infiniti, ma forse quello più rilevante ha a che fare con i fan, che da ascoltatori passivi sono destinati a diventare pionieri della creatività. Avendo a disposizione strumenti inconcepibili fino a pochi anni fa, i fan possono oggi creare canzoni mescolando le voci e gli stili dei propri artisti preferiti, diventando a loro volta artisti di un prodotto creativo con processi del tutto nuovi. La differenza tra artista e fan è destinata a scomparire per sempre? Ospiti: Andrea Girolami – Responsabile dello sviluppo del contenuto digitale Mediaset. Autore della newsletter Scrolling Infinito Priscilla De Pace – Autrice, content strategist, studiosa di Environmental Humanities Thru Collected – Artisti.

La Milano Music Week nasce nel 2017 dalla volontà del Comune di Milano, Assomusica, FIMI, Nuovo Imaie e SIAE di dedicare un’intera settimana alla musica e al suo mercato, in una città che vive da sempre di concerti e appuntamenti musicali. Per sette giorni all’anno la città si trasforma in un grande palcoscenico che accoglie centinaia di artiste e artisti.

 

 

 

 

Articolo PrecedenteArticolo Successivo
Riccardo Sada
Riccardo Sada
Distratto o forse ammaliato dalla sua primogenita, attratto da tutto ciò che è trance e nu disco, electro e progressive house, lo trovate spesso in qualche studio di registrazione, a volte in qualche rave, raramente nei localoni o a qualche party sulle spiagge di Tel Aviv.