Lunedì 17 Maggio 2021
Tech

La voce che sognavi a portata di mouse

Acapella Extractor è un estrattore di parti vocali che funziona online e seziona l’audio con disinvoltura utilizzando qualsiasi brano musicale. In questo modo sulla vostra chiavetta Usb troveranno spazio tante nuove e utili acapelle

Quante volte dei successi sono nati sovrapponendo basi a parti vocali. E quante volte il pubblico durante un dj set è andato in visibilio dopo aver ascoltato in diretta, sotto ai propri occhi e le proprie orecchie, il mix geniale e fatale del dj di turno, pronto a miscelare un inatteso cantato a una iconica base strumentale. Tuttavia, non sempre abbiamo a disposizione le versioni acapella dei brani e non tutti i software intervengono in modo preciso e drastico alla separazione delle parti.

Ci si affida allora a più strade: all’amico produttore che è un mago in studio quando mette le mani su iZotope RX-8; oppure al collega dj che conta su una banca suoni tratta da vinili, cd e stems di chissà quale provenienza e da far invidia a Maarten Vorwerk. I percorsi sono tanti, tra quelli nuovi c’è Acapella Extractor, un estrattore di parti vocali che funziona online e isola facilmente le voci da qualsiasi brano, wave o mp3. Si tratta di un servizio gratuito fino a due brani al giorno che utilizza l’intelligenza artificiale basandosi tra l’altro su una libreria open source.

 

Tramite questa piattaforma è possibile creare acapelle esclusivamente da brani della durata massima di 10 minuti e dal peso massimo di 80 mega. È un servizio che non richiede alcun software da scaricare o di registrazione da effettuare. Basta solo accettare i termini di utilizzo. Per isolare la voce basta caricare una canzone dal proprio device: si verrà reindirizzati alla pagina di upload; caricato il brano da “sezionare”, bisognerà attendere la lavorazione; successivamente, sarà possibile scaricare il file con la parte vocale cliccando sul pulsante di download.

Acapella Extractor utilizza la libreria open source di Spleeter sviluppata dal team di ricerca di Deezer ed è totalmente gratuito. Attenzione, due file al giorno significano 730 all’anno, il che non è poco. Se poi il servizio è piaciuto e si desidera supportare i costi di produzione, manutenzione e sviluppo della piattaforma, ci si può sentire liberi di acquistare crediti aggiuntivi tramite carta di credito o PayPal.

 

I risultati migliori con Acapella Extractor sono stati ottenuti usando brani acustici come il jazz, la classica e generi similari, poco compressi ed elaborati. Inoltre, la musica caricata dagli utenti viene memorizzata solo per la durata dell’elaborazione e viene immediatamente cancellata dal server una volta generata l’acapella.

Usando invece Remove Vocals sarà la voce ad essere eliminata. Le tracce saranno strumentali e potranno essere usate per il karaoke o per un campionamento più pulito e privo di elementi vocali. Per chi invece vuole usare delle tecniche old skool c’è un approfondimento su DJ City che utilizza un software molto pratico come Live di Ableton. Qualche accorgimento, qualche trucco e intervento sullo spettro delle frequenze e si avranno risultati simili se non più precisi di Acapella Extractor.

 

Articolo PrecedenteArticolo Successivo
Riccardo Sada
Distratto o forse ammaliato dalla sua primogenita, attratto da tutto ciò che è trance e nu disco, electro e progressive house, lo trovate spesso in qualche studio di registrazione, a volte in qualche rave, raramente nei localoni o a qualche party sulle spiagge di Tel Aviv.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST

Scoprirai in anteprima le promozioni riservate agli iscritti e potrai cancellarti in qualunque momento senza spese.




In mancanza del consenso, la richiesta di contatto non potrà essere erogata.