• DOMENICA 25 FEBBRAIO 2024
Tech

La app gratuita di Aphex Twin rimette in discussione il campionamento

Dal genio inglese un nuovo software gratuito di sound design chiamato Samplebrain, pronto a rivoluzionare la produzione musicale

L’ultima volta che abbiamo sentito parlare di Aphex Twin? Due anni circa fa, quando pubblicò sei tracce su SoundCloud. Era il 2020. Poi, il silenzio discografico. Ma non creativo, perché Richard D. James, attraverso i canali social di Warp Records, ha recentemente annunciato un nuovo software gratuito di sound design chiamato Samplebrain progettato a quattro mani con il collega britannico Dave Griffiths.

Sul sito ufficiale, Samplebrain è descritta come una app di mix di campionamenti totalmente personalizzata e che taglia e cuce sample per uno score complessivo e intuitivo suddiviso in piccole sezioni tra loro interconnesse chiamate ‘blocchi’, tutte collegate in una rete per… somiglianza e attinenza.

 

Lo screenshot di Samplebrain

Il sito spiega che la app elabora un campione target, lo suddivide in blocchi in modo intelligente cercando di far corrispondere ogni blocco a un altro in tempo reale. Questa tecnica automatica consente di reinterpretare un suono ogni volta in modo completamente diverso. Man mano che Samplebrain veniva sviluppato, Aphex Twin e il suo partner hanno aggiunto parametri sempre più accessibili e facilmente modificabili.

Sul software i due hanno lavorato per tanti anni. Tramite il sito di Warp Records, il tandem ha detto che siamo “sulla strada per decostruire l’audio sorgente di un mp3 o dell’audio in generale da ogni tipo di computer”. Un riff in stile Tb-303 tratto da delle… voci acappella? Possibile. Canticchiare una  banale melodia trasformandola in pura musica classica? Probabile.

Dopo l’avvento di Shazam nel 2002, Aphex Twin aveva contattato i fondatori della piattaforma britannica per discutere di ulteriori usi creativi della loro idea iniziale. Tuttavia, questi erano impegnati a creare un programma automatico per dj. Così, Aphex Twin si è fatto la sua, di app rivoluzionaria.

 

 

Articolo PrecedenteArticolo Successivo
Riccardo Sada
Riccardo Sada
Distratto o forse ammaliato dalla sua primogenita, attratto da tutto ciò che è trance e nu disco, electro e progressive house, lo trovate spesso in qualche studio di registrazione, a volte in qualche rave, raramente nei localoni o a qualche party sulle spiagge di Tel Aviv.