Sabato 08 Agosto 2020
Tech

Calvin Harris spoilera una TD-3 Behringer e il nuovo Mac Pro

Professionisti esigenti come il dj e produttore scozzese rappresentano oggi il target perfetto di mercato per testare nuove e rivoluzionarie macchine.

Se sei Calvin Harris oggi puoi fare un po’ tutto quello che vuoi e, in modo particolare, andare giù pesante con gli investimenti per rimettere in discussione il tuo studio di registrazione. Il dj e produttore scozzese, nel suo grande spazio, non solo aggiorna i suoi software ma rinnova anche il suo hardware, o meglio il cuore del suo laboratorio: con un nuovo Mac Pro. E questo molto prima che il computer fosse messo in vendita da Apple.

Harris attraverso il suo profilo Instagram ha pubblicato una serie di video che mostrano quello che si suppone sia il suo studio principale. Nella clip che segue si può notare chiaramente, durante i primi frame, il Mac Pro di nuova concezione.

 

 

L’artista, dalla casa di Cupertino, è considerato uno dei pochi creativi eletti e di alto profilo che hanno avuto un accesso anticipato alle potenzialità infinite della nuova macchina. Dopotutto, professionisti esigenti come lui, incontrastato re della dance, rappresentano il target perfetto di mercato per testare nuovi rivoluzionari macchinari.

Da Instagram, Calvin Harris conferma anche la sua passione di vero collezionista di sintetizzatori e infatti la gamma di strumenti presente nel suo studio è di quelle infinite e che farebbe impallidire chiunque. Chi ha una vista da falco potrà anche notare un’altra anticipazione, nella sequenza, la TD-3 di Behringer, clone dell’iconica Tb-303 Roland.

 

View this post on Instagram

What have I created

A post shared by Love Regenerator (@calvinharris) on

 

Apple ha presentato il Mac Pro a giugno con la promessa di consegnarlo in autunno. Il nuovo sistema avrà un prezzo base di partenza molto importante: 6000 euro. Con i suoi pannelli frontali e posteriori ventilati, che ricordano una… grattugia, e realizzati per massimizzare il flusso d’aria, la nuova unità è anche in grado di essere configurata, come un vero rack, in base alle esigenze del fruitore.

All’interno, il Mac Pro sfoggia un processore Intel Xeon di classe workstation disponibile in configurazioni da 8 a 28 core, fino a 4 TB di memoria SSD interna, 12 slot RAM ECC DDR4 accessibili all’utente con supporto fino a 1,5 TB di RAM, due moduli grafici MPX con supporto per un massimo di quattro GPU (le schede AMD Radeon Pro 580X e Pro Vega II o Pro Vega II Duo sono opzionali) e otto slot di espansione PCI Express per supportare schede grafiche aggiuntive. Apple sta posizionando il nuovo modello Mac di fascia alta tra i professionisti del video digitale, musicisti, designer, ingegneri e scienziati.

 

 

Articolo PrecedenteArticolo Successivo
Riccardo Sada
Distratto o forse ammaliato dalla sua primogenita, attratto da tutto ciò che è trance e nu disco, electro e progressive house, lo trovate spesso in qualche studio di registrazione, a volte in qualche rave, raramente nei localoni o a qualche party sulle spiagge di Tel Aviv.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST

Scoprirai in anteprima le promozioni riservate agli iscritti e potrai cancellarti in qualunque momento senza spese.




In mancanza del consenso, la richiesta di contatto non potrà essere erogata.