Domenica 13 Ottobre 2019
Tech

Come far suonare male le tue tracce? Prova con SketchCassette

Progettato per aggiungere una gamma di effetti nastro a cassetta lo-fi ai mix, permette di regolare sibili e livelli di saturazione profondi e intensi come pochi altri software al mondo

Okay, abbiamo esagerato e provocato ma il plug-in SketchCassette davvero rende le proprie produzioni molto low-fi, o meglio: dona quel sapore pesantemente analogico che quasi riporta nel passato gli anziani delle consolle, i nostalgici della produzione old skool e gli amanti della programmazione analogica anni Ottanta.

Con un’interfaccia che sembra sia nata scarabocchiando sul retro di un tovagliolo e una serie di stili di registrazione dal sapore esplicitamente e spudoratamente vintage, SketchCassette di Aberrant DSP, ora disponibile al prezzo di 20 euro, spinge il suono indietro nel tempo di almeno una trentina di anni, se non di più. Progettato per aggiungere una gamma di effetti nastro a cassetta lo-fi ai mix, permette di regolare sibili e livelli di saturazione profondi e intensi come pochi altri software al mondo. Ci sono anche controlli Wow e Flutter e si può scegliere il tipo di nastro con cui si sta… virtualmente registrando.

 

 

“Nel dettaglio, SketchCassette include inoltre una varietà definita di sapori e di manierismo vecchio stampo, spinge fortemente sulle saturazioni, offre una compressione codificata e ad hoc di maggiorazione e riduzione del rumore”, spiegano J.R. Hyde e Kyle Ohlschlager, responsabili della sua nascita. SketchCassette supporta i seguenti formati e sistemi operativi: Windows 7 o versioni successive: VST3 e AAX a 64 bit; e macOS 10.8 Mountain Lion o successivo: AU, VST3 e AAX a 64 bit. Importa i file .vst3, .aaxplugin o .component nella cartella apposita.

Elliott Smith, Bruce Springsteen, Iron & Wine, Daniel Johnston e Wu Tang Clan sono gli artisti che, a un certo punto della loro carriera, per scelta o per necessità, hanno fatto uso di un registratore a cassette a 4 tracce per preservare la propria musica. “C’è un suono in queste registrazioni su audiocassetta a cui le persone si sono affezionate in modo quasi mistico e anche noi abbiamo sempre amato il suono delle canzoni registrate su nastro a 4 tracce”, tendono a ricordare quelli di Aberrant DSP. Che aggiungono: “Quindi, quando è arrivato il momento di iniziare a lavorare al nostro progetto di design, abbiamo deciso di unire il nostro amore per la programmazione DSP a quello per le cassettine e tutto è diventato presto SketchCassette”.

 

 

Articolo PrecedenteArticolo Successivo
Riccardo Sada
Distratto o forse ammaliato dalla sua primogenita, attratto da tutto ciò che è trance e nu disco, electro e progressive house, lo trovate spesso in qualche studio di registrazione, a volte in qualche rave, raramente nei localoni o a qualche party sulle spiagge di Tel Aviv.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST

Scoprirai in anteprima le promozioni riservate agli iscritti e potrai cancellarti in qualunque momento senza spese.




In mancanza del consenso, la richiesta di contatto non potrà essere erogata.