Giovedì 22 Aprile 2021
Tech

A lezione di mash-up e bootleg con Laidback Luke

Chi meglio del dj, produttore e karateka olandese può tenere banco in fatto di moderne miscele sonore e di beatmatching? Il re della sovrapposizione in fatto di mix svela segreti. E spiega anche come si interviene sull’edit.

La fama internazionale lo precede. Lucas Corneliscon van Scheppingen, al secolo Laidback Luke, torna e lo fa con una collaborazione importante e impegnativa, quella con Digital DJ Tips, per presentare un corso di formazione che prepara i dj e produttori a creare bootleg, mash-up e riedit di brani, inediti e non. ‘Laidback Luke’s Bootlegs, Mashups, & Re-edits’ (41 lezioni con guida, musica e assistenza di tutor a 297 euro) insegna ai principianti come apportare svariati tipi di modifiche alle proprie tracce in modo professionale ed efficace.

Phil Morse & Laidback Luke in studio

 

Dalle versioni più esclusive a quelle più speciali, uniche e rare, le canzoni hanno sempre bisogno di un’identità sonora, di una rinfrescata e quindi di una riconoscibilità, soprattutto al primo ascolto. I dj più famosi al mondo, lo sappiamo, solitamente preparano (o si fanno aiutare per) i loro set giorni se non settimane prima, e questo per poter suonare e trasmettere al pubblico qualcosa di davvero originale. In Italia i maestri sono i DJs From Mars seguiti da Rudeejay. Nel mondo però Laidback Luke ha pochi eguali.

 

Così, dopo il ‘Creative DJing Course’ dello scorso anno, il dj, produttore e karateka olandese spiega le motivazioni di questo bis: “Bootleg, mash-up e riedit sono sempre stati parte di ciò che fanno i dj e soprattutto di ciò che ho fatto io negli ultimi vent’anni. Tuttavia, questa è la prima volta che metto tutte queste mie conoscenze insieme. Il team che sta dietro a Digital DJ Tips mi ha davvero spinto a scavare in me stesso, in profondità, indagando nelle pratiche anche più curiose grazie alle quali arrivo senza problemi a certi risultati”.

 

Phil Morse, fondatore e CEO di Digital DJ Tips, ha poi aggiunto: “I dj spesso pensano che iniziare ad approcciare a certe tecniche nella produzione musicale sia troppo difficile e quindi si fermano lì e non iniziano nemmeno. La verità è invece che approfondendo e creando le proprie versioni delle tracce altrui, che si tratti di modifiche semplici o di mash-up o ancora di bootleg, è possibile consolidare il proprio stile: una cosa fondamentale al giorno d’oggi vista l’alta competizione nel settore.

Phil Morse & Laidback Luke al lavoro con la loro attrezzatura Denon DJ

 

Fondatore della Mixmash Records, olandese, testimonial di Denon DJ, di origini filippine, dj, produttore e karateka, Laidback Luke è salito alla ribalta proprio con una reinterpretazione di un vecchio successo, quello di Robin S, ‘Show Me Love’, insieme a Steve Angello, una traccia finita all’11° posto della classifica dance del Regno Unito nel 2009.

 

Articolo PrecedenteArticolo Successivo
Riccardo Sada
Distratto o forse ammaliato dalla sua primogenita, attratto da tutto ciò che è trance e nu disco, electro e progressive house, lo trovate spesso in qualche studio di registrazione, a volte in qualche rave, raramente nei localoni o a qualche party sulle spiagge di Tel Aviv.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST

Scoprirai in anteprima le promozioni riservate agli iscritti e potrai cancellarti in qualunque momento senza spese.




In mancanza del consenso, la richiesta di contatto non potrà essere erogata.