Sabato 19 Ottobre 2019
News, Tech

Ottavia permette di comporre e ampliare la propria tastiera

Una tastiera di buona qualità che cresce, si espande in linea con le esigenze del consumatore dando la possibilità a tutti di aggiungere ottave a proprio piacimento

Ottavia è uno strumento musicale rimovibile e modulabile. Ogni singolo modulo (un’ottava composta da 12 tasti dinamici) può essere utilizzato singolarmente in modalità stand-alone. Creata dall’italiano Silvio Scena, oggi ha un centinaio di sostenitori che hanno raccolto oltre 21mila euro per realizzare e finanziare l’intero progetto.

Può essere usata per il lavoro in studio, dove i musicisti usano spesso dalle 7 alle 8 ottave al contrario dei live che spesso necessitano di meno tasti. La modularità dello strumento riduce le sue dimensioni e lo rende quindi facile da trasportare. Il prototipo consiste in un set di 4 ottave, è dotato di un’uscita usb per collegarlo al computer, di connettori Midi per collegarlo a un expander e infine a un altro ingresso usb per collegarlo a un altro modulo della serie.

 

 

Non è un giocattolo, fa sapere dal sito di Kickstar il suo creatore. È invece un vero strumento musicale. La qualità della meccanica avrà sempre la priorità sulle nuove funzionalità presenti nei futuri aggiornamenti. Adatta a neofiti, apprendisti, studenti o produttori agli albori, è una tastiera di buona qualità che cresce, si espande in linea con le esigenze del consumatore dando la possibilità a quest’ultimo di aggiungere ottave sino al proprio gradimento e uso.

Con la creazione e la consegna di un prodotto nuovo di zecca ci sono sempre rischi e sfide, spiega il team di Ottavia. Nonostante sia un’operazione in crowdfunding, l’intero processo, dalla produzione alla consegna, è già impostato, organizzato e a buon punto. I primi prototipi funzionanti e le certificazioni necessarie per la versione beta del prodotto sono sul tavolo del produttore, comprese le partnership strategiche con gli esperti del settore. Quindi, la garanzia dei tempi di consegna tranquillizza oggi ogni possibile acquirente.

 

 

Articolo PrecedenteArticolo Successivo
Riccardo Sada
Distratto o forse ammaliato dalla sua primogenita, attratto da tutto ciò che è trance e nu disco, electro e progressive house, lo trovate spesso in qualche studio di registrazione, a volte in qualche rave, raramente nei localoni o a qualche party sulle spiagge di Tel Aviv.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST

Scoprirai in anteprima le promozioni riservate agli iscritti e potrai cancellarti in qualunque momento senza spese.




In mancanza del consenso, la richiesta di contatto non potrà essere erogata.