• SABATO 22 GIUGNO 2024
Clubbing

Pacha Ibiza tra passato, presente e futuro

L’estate del Pacha è iniziata, per non fermarsi sino ad ottobre. A maggio il week-end inaugurale ha proposto Flower Power e Keinemusik allnightlong. Ecco come è andata

foto: Raul Sanchez

Quest’anno il Pacha di Ibiza compie 51 anni e supera ed affronta questo autentico record di longevità all’insegna del rinnovamento nella continuità, da sempre il miglior viatico per ogni attività al fine di restare sempre al passo con i tempi e meglio ancora per anticiparli.

Applicazione pratica di questo principio? La programmazione di questa estate. Il calendario estivo del Pacha propone infatti le conferme di Camelphat (martedì), Bedouin (mercoledì), Robin Schulz (giovedì), Marco Carola (venerdì) e Solomun (domenica): la vera novità consiste nell’aver rimesso al centro del villaggio il suo party più celebre, il Flower Power, in cartellone ogni sabato sino al 5 ottobre con il dj e producer turco Bora Uzer nel ruolo di resident. Spesso e volentieri si racconta della cosiddetta real Ibiza, ergo del vero spirito di Ibiza: forse è proprio il Flower Power ad incarnarlo, anche e soprattutto per chi voglia vivere la isla senza dover per forza mettere in prima fila il guest di turno da sentire. Flower Power significa love&pace, summer of love, fiori giganti, grandi classici da ballare e – volendo – un dress code composto da pantaloni a zampa ad elefante, camice sgargianti e parrucche stile afro anni settanta: il concetto di festa in quanto tale, impreziosito da special guest quali Sophie Ellis-Baxtor, che abbiamo visto sul palco del Pacha a fine maggio proprio all’opening di Flower Power, accompagnata da autentici cori da stadio sia quando eseguiva le sue hit sia quando ha cantato ‘Gimme! Gimme! Gimme!’ degli Abba. Molto più che un evergreen quest’ultimo, un autentico inno intergenerazionale.

 

Tra i nuovi spunti offerti dal Pacha, quelli di proporre singole one-night con ospiti che vanno dai Keinemusik ad Anitta, da Peggy Gou a Purple Disco Machine a Jason Derulo. Sono stati proprio &ME, Adam Port e Rampa – il trio di Keinemusik al gran completo – tra i primi ospiti speciali del Pacha in questo mese di maggio: domenica 19 hanno hanno suonato in modalità allnightlong, da mezzanotte alle 6 di mattina, con un set che è partito con la giusta frequenza di bpm per poi salire progressivamente, il tutto caratterizzato dalle loro grandi hit da club ed anche da qualche traccia inedita, come si poteva evincere dalle frenetiche ma vane ricerche sulla app di Shazam da parte di molti presenti. Serata soldo ut, con code chilometriche all’ingresso gestite con grande perizia (prendere esempio…) e pubblico che non se ne sarebbe mai voluto andare via.

A tutto questo si aggiunga il fatto che il Pacha Group può davvero offrire un pacchetto completo, in particolare con il Pacha Hotel Pacha, ubicato di fronte alla discoteca e con il Destino Resort, che a sua volta proporrà diversi eventi elettronici, con Marco Carola e Solumun in prima fila e con la novità del party del lunedì Wet Cherry. Senza ciliegie, del resto, al Pacha e dintorni non può essere mai la stessa cosa.

L’estate ibizenca è davvero iniziata e proseguirà senza soste sino ad ottobre. E DJ Mag Italia non mancherà, come sempre, di raccontarla.

Articolo PrecedenteArticolo Successivo
Dan Mc Sword
Dal 1996 segue, racconta e divulga eventi dance e djset in ogni angolo del globo terracqueo: da Hong Kong a San Paolo, da Miami ad Ibiza, per lui non esistono consolle che abbiano segreti. Sempre teso a capire quale sia la magia che rende i deejays ed il clubbing la nuova frontiera del divertimento musicale, si dichiara in missione costante in nome e per conto della dance; dà forfeit soltanto se si materializzano altri notti magiche, quelle della Juventus.